La settimana dei Municipi. Piccole rivoluzioni dal basso

parco a roma Piccole rivoluzioni, dal basso. La cronaca di questa settimana ci racconta una piccola via al cambiamento che parte da semplici cittadini, che nei loro quartieri decidono di fare qualcosa in prima persona per affrontare i problemi che attanagliano la loro realtà.

Si tratta ad esempio delle tante segnalazioni arrivate in queste ultime settimane– come rilevano i carabinieri – da mamme e nonni preoccupati di vedere spacciatori esercitare liberamente nei parchi romani dove giocano i loro bambini.

E così scatta il blitz, come è accaduto nel Municipio VIII e in altri quartieri della periferia Sud est della Capitale, dove ci sono stati sette arresti per droga in 10 giorni. Arresti particolarmente importanti, visto che il “mercato” di destinazione delle sostanze sono ragazzini e minorenni romani.

Ma tanti sono i problemi per cui i cittadini si mobilitano. Il verde, ad esempio, e la paura di veder diventare i propri parchi un “cimitero vegetale” con rimozione di piante non sostituite.

Hanno lottato per questo i cittadini del Municipio I, e in particolare i residenti di piazza Vittorio, che “vigileranno affinche' un cedro e due platani prendano presto il posto delle piante che ieri sono state rimosse dal Servizio Giardini", come ha spiegato Emiliano Pittueo, assessore all'Ambiente del Municipio I.

Forti erano state infatti le contestazioni della rimozione, da parte del Servizio Giardini, del cedro e dei due platani “a rischio caduta”, come ha spiegato Stefano Tozzi, capogruppo Pdl al Municipio I, sollecitando invece a elogiare il Servizio “che interviene in anticipo e sventa una potenziale minaccia”.

Valoroso anche un gruppetto di signore che a Roma nel Municipio XIX, a Monte Mario, negli scorsi giorni ha bloccato uno scippatore di 46 anni che si era avvicinato a una donna strappandole dal collo la catenina d'oro. L'uomo si è dato alla fuga ma è stato inseguito ed è caduto per terra. A quel punto è stato immobilizzato dalle donne fino all'arrivo della polizia.

Chissà che questi piccoli episodi di ricerca di legalità possano essere, per emulazione, la via per far partire una vera spirale di cambiamento per la città intera.

  • shares
  • Mail