Roma Criminale: La retata

blitz roma

Maxi operazione di polizia e carabinieri. Ecco la prima risposta delle forze dell'ordine alla guerra tra bande di pusher che sta causando a Roma sparatorie ed omicidi. Venticinque arresti sono in sette zone teatro di agguati e ferimenti: San Lorenzo, Bastogi, Torbellamonaca, San Basilio, Villa Bonelli-Magliana, Tor Pignattara e Trullo.

Di questi 25 arrestati, 19 sono spacciatori di diversa nazionalità (somali, egiziani, italiani e afghani), sorpresi mentre erano intenti a smerciare. Sono sei invece le persone finite in manette per furto. Identificati oltre 1500 coinvolti. Sul fronte 'antiprostituzionè sono 85 le prostitute e 8 i transessuali fermati con undici denunce per atti contrari alla pubblica decenza. Ci potrebbe anche essere la sospensione della licenza del bar sequestrato al Trullo davanti al quale si è consumato l'ultimo agguato.

Tuttavia, sebbene sia un segnale importante, dobbiamo augurarci che gli interventi delle forze dell'ordine vadano molto più in profondità, perché non crediamo che basti fare qualche retata per sgominare il pesante clima di tensione (a tratti omaggiato anche dall'esaltazione commerciale non proprio esemplare), che si trascina dietro una scia di sangue inquietante che ha rempito le pagine locali di cronaca nera.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: