La settimana dei Municipi. Difesa di risorse e servizi comuni

Tante le questioni aperte negli ultimi giorni nei Municipi di Roma: dalle polemiche sulla viabilità che nascono dalla costruzione del nuovo stadio dell'As Roma, fino a quelle sulla potatura dei pini della Colombo. Parola alla difesa di spazi e risorse comuni.

Sulla questione della costruzione del nuovo stadio dell'As Roma nella Capitale, protesta l'opposizione in Municipio XI dopo il parere tecnico acquisito dalla commissione mobilità: “Se nelle prossime due settimane non avremo risposte credibili faremo sentire la nostra voce insieme ai residenti del quadrante di via della Magliana vecchia, via delle Vigne, Muratella e Trullo, non escludendo blocchi stradali fino a che non saremo ascoltati” ha detto il presidente del gruppo consiliare di FI Marco Palma.

L'oggetto del contendere? L'idea di insistere sul l'allargamento dello svincolo dell'area Parco de Medici che, continua “non risolverebbe il problema e non sposterebbe la criticità in termini di viabilità che vedrebbe ricadere su via della Magliana (vecchia) e Muratella un impatto in termini di viabilità non sopportabile oltre a quello esistente".

E si accendono le polemiche anche sui lavori di potatura dei pini sulla Cristoforo Colombo, trafficatissima in queste settimane estive, soprattutto in direzione del mare.

“I lavori ancora procedono, incuranti delle prescrizioni che questi alberi impongono, soprattutto per quanto riguarda il periodo di potatura che dovrebbe essere quello invernale...quando il rischio di attacchi di patogeni è più basso”, spiegano dal Municipio X i membri del Comitato civico 2013.

labrador

“Non solo, ma le potature nel Municipio X sono spesso avvenute in corrispondenza di lavori di rifacimento del manto stradale, con gravi danni all'apparato radicale di superficie, fondamentale per la stabilità della pianta stessa. Non ci risulta che i lavori siano stati eseguiti con l'assistenza di un agronomo...e disastrosa anche la trasparenza amministrativa sull'affidamento di questi lavori"

, spiegano.

In queste settimane Repubblica ha invece diffuso le immagini dall'alto, realizzate dallo studio Aira, del laghetto dell'Ex Snia Viscosa. “Ora, insieme al Municipio e ai cittadini e con l’impegno che abbiamo assunto nel bilancio, è possibile pensare a un progetto condiviso e partecipato che metta al centro la salvaguardia degli edifici vincolati, la difesa dello spazio pubblico del parco e lo straordinario specchio d’acqua”, ha detto Paolo Masini, assessore ai lavori Pubblici del Comune, anche se il minisindaco del Municipio V Palmieri ricorda che “bisogna completare l’opera di demanializzazione di tutto il lago, che in alcune parti è ancora proprietà di privati” .

Spazio alla solidarietà con l'iniziativa dei selfie diffusi per sostenere il centro antiviolenza di Tor Bella Monaca, Municipio VI, senza casa da oltre sette mesi:  A smile for Monnalisa in Tor Bella Monaca: hanno iniziato a partecipare anche quattro zampe e rispettivi padroni, grazie alla pagina dell'iniziativa.

“Un ringraziamento davvero grande va ancora a tutti coloro che ci sostengono e nei prossimi giorni, alla ripresa delle attività – spiega Stefania Catallo, presidente del centro antiviolenza – daremo vita al calendario degli incontri che si svolgeranno all’aria aperta per divulgare ancora di più la storia del centro antiviolenza di Tor Bella Monaca”.

Infine, diamo notizia del fatto che il 20 agosto 2014 – informa un comunicato dell’associazione Teatro Gerini –  il CineTeatro Gerini Occupato, sito in Via Tiburtina 990, e tutta l’area annessa, sono stati messi sotto sequestro giudiziario per motivi che prescindono dall’occupazione. 

L’Associazione, che  ha offerto una vasta programmazione di spettacoli teatrali, musicali e cinematografici, nonché laboratori di formazione artistica, ed è attualmente l’unica realtà culturale del Municipio IV, Dopo ripetuti silenzi da parte dell’Amministrazione, si è presentata con le forze dell’ordine ottenendo, unicamente sulla parola, un incontro a settembre.

"Oggi fisicamente siamo fuori, ma continueremo ad impegnarci, per vie legali, affinché il Teatro possa essere restituito definitivamente ai cittadini che in questi mesi hanno partecipato attivamente e moralmente alla nostra azione”, spiegano.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail