Roma, la città dei fili volanti

Fili e cavi di Roma

Spesso ne incontriamo, parlando anche di altro, denunciando lo scempio delle antenne, dei condizionatori, ma anche quando facciamo un semplice quiz fotografico. Perché a Roma i fili e i cavi che volano da un palazzo all'altro o quasi precipitano sulla testa dei pedoni sono praticamente ovunque.

Le zone centrali stanno anche peggio di quelle periferiche. E spesso i più grondanti sono gli edifici amministrativi, che s'impongono negli antichi palazzi storici, i quali ovviamente non hanno sistemi elettrici adeguati per sopportare l'esigenza moderna di centraline, linee telefoniche, collegamenti di rete, parabole e, ovviamente, condizionatori.

Così le soluzioni diventano le tipiche arti italiche dell'arrangiarsi. Grossi gomitoli di cavi vengono letteralmente gettati dai piani alti per fare delle belle matasse dove tutti provano a collegare il proprio attrezzo elettronico. Tra l'altro nessuno si cura di rimuovere (come per le antenne) i cavi dismessi. Il risultato lo vedete da soli ogni giorno. Un vero schifo.

Fili e cavi di Roma
Fili e cavi di Roma
Fili e cavi di Roma
Fili e cavi di Roma

Fili e cavi di Roma
Fili e cavi di Roma
Fili e cavi di Roma
Fili e cavi di Roma
Fili e cavi di Roma
Fili e cavi di Roma
Fili e cavi di Roma
Fili e cavi di Roma
Fili e cavi di Roma
Fili e cavi di Roma

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: