Niente stop dei distributori, rientra lo sciopero dei benzinai

Flickr: DontinkMeno male: lo sciopero di 4 giorni dei benzinai non si farà più. Lo hanno annunciato ieri i sindacati di categoria, dopo l'incontro con il (ormai ex) ministro Bersani: "Abbiamo raggiunto un accordo con il governo per aprire un tavolo in cui esamineremo eventuali modifiche alle liberalizzazioni". Peccato che ora il Governo sia caduto...

Lo sciopero, di cui si era parlato negli scorsi giorni, avrebbe coinvolto tutti i distributori nazionali e sarebbe durato per 4 giorni, dal 27 febbraio al 2 marzo. Ma il presidente della commissione Garanzia aveva già dichiarato lo sciopero irregolare, mentre le associazioni dei consumatori si erano già messe sul piede di guerra.

Dopo l'incontro di ieri, i benzinai avrebbero dovuto partecipare ad un tavolo di discussione su possibili modifiche al pacchetto di leggi, previsto proprio per il prossimo 27 febbraio. Resta da capire cosa succederà ora che il Governo Prodi è caduto: difficilmente il problema distributori sarà considerato impellente, o fondamentale da affrontare.

Ovviamente, le dimissioni di Prodi lasciano una grande incertezza in campo politico, e questo potrebbe venir comodo ai benzinai: ora tutto è di nuovo aperto, tutto è da ridiscutere. Anche la liberalizzazione delle pompe di benzina.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail