La settimana dei Municipi. Ripartire dal verde

Ritornano ai cittadini due belle aree verdi della Capitale, l'ex Snia Viscosa e piazza Corazzini, mentre parte un bellissimo progetto affidato a bambini e associazioni nell'ex tangenziale Est. Nei parchi di Roma, poi, si corre per solidarietà, o si festeggia con chi non va in vacanza.

Uno degli eventi delle ultime settimane di sicuro è l’esproprio dell’area verde alle spalle dell’ex Snia Viscosa, all’interno del Parco delle Energie sulla Prenestina, nel Municipio V. Area finalmente restituita ai romani la zona, dove era sgorgato un lago naturale proprio mentre, 20 anni fa, si procedeva a iniziare i lavori di costruzione di un centro commerciale.

Generoso lo stanziamento del Campidoglio: 500mila euro per attrezzare l'area e metterla in sicurezza.

parco

“Il prossimo passo – spiega il minisindaco Palmieri - sarà quello di analizzare l’acqua e il terreno, e gran parte degli arredi saranno acquistati con i 20mila euro raccolti nel corso degli anni dal Forum del Parco delle Energie. I tavoli e le panchine verranno realizzati con criteri di bioedilizia a titolo gratuito dagli ingegneri “Dauhaus”.

Altra buona notizia, il fatto che la giunta capitolina abbia deciso di acquisire i 2.736 metri quadrati di piazza Sergio Corazzini come patrimonio pubblico, come ha confermato il minisindaco del Municipio III Paolo Marchionne.

Che ha commentato: "Una decisione che ci fa essere estremamente soddisfatti. Per troppi anni l’utilizzo pubblico di piazza Corazzini è stato sottratto ai cittadini, che si sono sempre battuti per riportare legalità e trasparenza".

L'area insomma verrà destinata a verde pubblico, con somma soddisfazione del Comitato piazza Sergio Corazzini, impegnato da 10 anni in questa lotta, tanto che nella nuova area, leggo, “verranno piantati degli alberi, ognuno in ricordo dei cittadini che si sono battuti per raggiungere questo obiettivo, ma che dopo tanti anni non potranno vedere il risultato del loro impegno.”

Altro ritorno al “verde” riguarda invece l’ex Tangenziale Est, Municipio II, che è pronta a trasformarsi in un giardino agronomico. L'idea e il progetto sono firmati da una architetto canadese, Nathalie Grenon.

tangenziale-roma-618x318

Si tratta di un progetto davvero bellissimo: un'area di 2 km e 20 metri tra Batteria Nomentana e Stazione Tiburtina, in totale cinque ettari, che prevede che sia istallata vegetazione rampicante lungo il percorso della ferrovia, alcuni campi di tennis e calcetto, e aree dedicate a vitigni e frutteti da cui produrre artigianalmente vino e confetture.

Ma la cosa bella è che durante l'anno questi giardini condivisi saranno affidati alle scuole (d'inverno ad alcune associazioni di cittadini) e che ci sarà aperto a tutti anche un mercato a km zero.

Si corre nel verde per aiutare gli altri, poi. Accade nella splendida villa Pamphili, Municipio XI, con la Run4Sanes, annunciata per domenica 14 settembre a partire dalle 10, che servirà a finanziare servizi dedicati ai pazienti di Ematologia al san Camillo, dal servizio navetta all'assistenza domiciliare o psicologica. Gambe in spalla, sono 5 km aperti a tutti.

Infine, segnaliamo l'apertura di uno spazio, quello di Groove park, al Parco del Verano (San Lorenzo) che sta avendo un enorme successo fra i romani, specie i più giovani, che passano l'estate in città, nel Municipio II.

Gli organizzatori parlando di 10.000 presenze in soli 25 giorni, fra feste della Birra, cover di Rino Gaetano e sound anni '80 (in questo caso, appuntamento ancora da venire, il 31 agosto con i The public radar)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail