Figaro qua

In barba (!) all'inglesismo galoppante, che tramuta un semplice barbiere in un hair stylist, la tradizione del barba o capelli? si ritaglia un piccolo ma importante spazio nel centro di Roma, in un angolo nascosto tra piazza indipendenza e via Volturno. Questo fiore sbucato nell'asfalto ha nome e cognome anagrafico, ma come usanza vuole fa ricorso a un più confidenziale Mario.

All'interno della bottega si trova per l'appunto il barbiere con camice bianco a mo' di dentista e sedili in pelle marrone con poggiapiedi in ferro. Specchio enorme e impolverato agli angoli, portariviste in legno con giornali e quotidiani sportivi. Non v'è traccia di settimanali scandalistici. Per i più piccini è prevista la seggiola a forma di cavallo, onde lenire il timore delle forbici e il mistero di innumerevoli boccette in vetro prive di etichetta. Prezzo - e fa notizia - al di sotto dei venti euro, gommina per i capelli inclusa.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: