La settimana dei Municipi: l’altalena dell’inclusione e altri miniracconti

Iniziative sociali importanti e lavori di manutenzione stradale nella settimana che saluta luglio

municipialtalena


Creare una città a misura di bambino, anche e anzi soprattutto, se questo bambino è diversamente abile: va in questa direzione l’iniziativa della sistemazione della prima altalena adatta a far giocare bimbi disabili, posta nel Parco Nemorense, Municipio II. Davvero una bella iniziativa che il sindaco Marino auspica venga estesa a tuti gli altri Municipi della Capitale, in quanto risposta di civiltà e inclusione data dalle istituzioni alle esigenze della cittadinanza, specie quella più svantaggiata.

E sul binario dell’inclusione s’inserisce anche il progetto di aprire all’interno dei due centri anziani di Trigoria e Spinaceto, nel Municipio IX, attività specificamente dedicate agli anziani più fragili. Già da tempo questi due centri si erano distinti per l’originalità delle offerte, dal corso di hata joga agli spazi per la lettura di libri e quotidiani, dalle lezioni di informatica ai giochi di società, fino ai laboratori creativi come quello del riuso, della sartoria e del giardinaggio.

Anche il Municipio I cerca di fare la sua parte per ‘includere’ i cittadini che scelgono l’unione civile come alternativa al matrimonio e vara in merito il suo primo registro municipale, e d’altro canto si rende protagonista di un’altra bella iniziativa: il Laboratorio di Cittadinanza, luogo ideale deputato all’incontro permanente con il cittadino e al processo di partecipazione di questo alla vita pubblica.

In un certo qual modo può considerarsi ‘inclusiva’ anche la riapertura – tanto attesa – dell’isola ecologica sulla Palmiro Togliatti a Cinecittà, Municipio VIII, che era stata chiusa nel marzo scorso in seguito a un incendio doloso, come pure la proroga del progetto Ama Riciclacasa che nel Municipio IX tanto sta facendo contro l’abbandono indiscriminato dei rifiuti. È proprio l’esatto contrario dell’inclusione, invece, il triste episodio avvenuto nel Municipio VII, dove per l’ennesima volta la nostra città deve subire l’oltraggio alla sua memoria di città antifascista e antinazista: scritte di stampo antisemita sono apparse, infatti, a deturpare alcuni esercizi commerciali lungo la via Appia.

E finalmente, dopo sei mesi, le pesanti eredità che ci aveva lasciato l’eccezionale ondata di maltempo della fine di gennaio scorso, non si vedono più: è stata riaperta via Cassia, Municipio XV, dove si era verificata una frana che ha necessitato lavori di messa in sicurezza e ricostruzione del versante, mentre è a metà fra il Municipio XV e il Municipio I il tratto della Trionfale colpito dal nubifragio della notte del 30 gennaio e che ora è stata restituita alla circolazione, ma solo nel senso di marcia verso il quartiere Prati.

Restiamo per strada e vediamo che in via Lauria, Municipio I, a causa della rottura di una conduttura idrica si è creata una voragine, mentre il Municipio XIII ha varato un piano di pulizia straordinaria notturna delle strade di sua competenza in zona Aurelia. Nel Municipio IX, poi, prosegue la campagna in favore del decoro urbano e della sicurezza con lo smantellamento dell’ennesimo insediamento abusivo su un terreno privato tra la via Cristoforo Colombo e la via Laurentina; il Municipio III, infine, chiede spiegazioni al Cotral sulla soppressione di diverse fermate site nel suo territorio lungo la linea Rieti-Monterotondo-Roma, in particolare quelle sulla via Salaria, da Castel Giubileo alla stazione Tiburtina.

Foto | Nina.03

  • shares
  • Mail