Body Worlds a Roma: un viaggio nel condominio di carne nell'era del silicone

Dopo tanta pratica con l’allegro chirurgo, e le esplorazioni perpetrate sul modellino anatomico della De Agostini, gli appassionati di viaggi a dir poco viscerali nel Corpo Umano, potranno compierne uno nel condominio di carne ‘altrettanto plastificato’ di Body Worlds, presto in mostra anche a Roma.

"Body Worlds - Il vero mondo del corpo umano", alle Officine Farneto dal 14 settembre 2011 al 12 febbraio 2012, esporrà presto i corpi di cadaveri sottoposti dal tedesco Gunther Von Hagens alla tecnica della "plastinazione" con polimeri di silicone, che rendendo i reperti organici rigidi e inodori, dai colori inalterati, ne ‘plastifica’ le viscere insieme all’orrore, che forse cambia solo faccia.

Una tecnica eticamente criticabile e criticata, che espone viscere, muscoli ed ossa di sculture mortifere strappate alla decomposizione e alla caducità dell’esistenza, dalla quale si vocifera sia rimasto affascinato anche Michael Jackson.

Una tecnica e una mostra sull'apoteosi del silicone, che in ogni caso può contare su di un suo programma di donazione dei corpi curato dall’Institute for Plastination, con circa 13000 donatori già registrati, e tanti altri invitati a donare il proprio corpo alla galleria dei plastinati nel corso di ogni esposizione, forse attratti dalla stessa brama di eternità che tutto il silicone del mondo fino ad ora non è stato in grado di garantire ad un corpo.

  • shares
  • Mail