Sciopero generale il 6 settembre 2011: quali saranno i disagi per i cittadini romani?

Sciopero generale il 6 settembre 2011: quali saranno i disagi per i cittadini romani?

Lo slogan è "Un'altra manovra è possibile" e andrà a supportare la 'Contromanovra' presentata dal Segretario Generale della CGIL, Susanna Camusso con cento manifestazioni territoriali e 8 ore di astensione dal lavoro. Sciopero generale, insomma: previsto per il prossimo 6 settembre 2011. La notizia è ormai data per certa e, quello che spaventa e probabilmente arriverà a paralizzare le città, è l'adesione di numerose organizzazioni sindacali come USB, Slaicobas, ORSA, Cib-Unicobas, Snater, SICobas e USI.

Roma, centro nevralgico della politica, sarà sicuramente una delle città più colpite dall'astensione, nonostante pareri contrari arrivino da più parti, a cominciare dal ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, per continuare con Angeletti, leader della Uil ("Lo sciopero non produrrà alcun effetto se non di far perdere un po’ di soldi ai lavoratori", commenta) e il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, che bolla l'iniziativa della CGIL come "situazione stucchevole".

Eppure la Confederazione Generale Italiana del Lavoro sembra più che mai convinta a paralizzare l'attività produttiva il 6 settembre. Come reagirà la Capitale? Facile immaginare disagi negli spostamenti, aggravati dal traffico deviato in vista dei cortei. Inizia un autunno di fuoco: vi terremo aggiornati.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: