Pigneto, spunta la cannabis "spontanea"

I titolari di uno studio fotografico del Pigneto trovano una pianta di cannabis cresciuta "spontaneamente" in un vaso: succede solo a Roma

Del suo carattere alternativo e non allineato il Pigneto ha fatto un suo tratto distintivo: dai tempi di Pasolini, che ne calpestava i marciapiedi e ne viveva i bar e le osterie, descrivendone volti, anime e curiosità sociali, le cose sono cambiate parecchio; quello che non cambia mai, del quartiere Pigneto, è la sua capacità di stupire e strappare un sorriso.

Ieri i titolari dello studio fotografico Officine K di via Ascoli hanno trovato una sorprendente sorpresa all'interno di un vaso ornamentale nel cortile interno del palazzo: una piantina di cannabis cresciuta (e non poco) spontaneamente.

Chissà, forse il vento, forse qualche goliardico scherzo o forse semplicemente l'ennesima azione di disobbedienza di ignoti, chi può dirlo, ma per i fotografi di Officine K la sorpresa è stata grande, tanto quanto la mestizia nel trovarsi nelle inevitabili condizioni di doverla estirpare (perchè in Italia, in materia di cannabis, i guai sono sempre in agguato).

Schermata-2

L'esperienza è diventata social grazie a Serena De Angelis, fotografa romana rinomata in città per i suoi scatti rock ai concerti ed agli eventi culturali, che su Instagram ha condiviso la curiosa scoperta:

"Una strana piantona è cresciuta a #officinek ... E, purtroppo, abbiamo dovuto estirpare..! Solo al Pigneto succedono ste cose!!!"

E come darle torto?

Già Pasolini, che amava profondamente e visceralmente il Pigneto, la Marranella, Torpignattara e la borgata Gordiani, osservava e documentava la poesia di quella periferia romana negli anni '60, periferie violente, dove la vita di strada era una scuola di vita: una dimensione poetica inattesa ed ignorata da molti intellettuali dell'epoca e che oggi si ripropone sotto forme diverse ma ugualmente uniche.

Nonostante il degrado che negli ultimi anni ha reso il Pigneto schiavo di se stesso, questo gioiello incastonato tra la Prenestina e la Casilina ha ancora lampi di poesia, di unicità, da mostrare a Roma: perchè solo a Roma si può trovare, in una giornata di luglio, una piantina di cannabis nel vaso ornamentale del proprio cortile.

Poi, se vogliamo, potremmo parlare di proibizionismo ed antiproibizionismo. Ma, per questa volta, ci godiamo la simpatica e verde sorpresa che Officine K e Serena hanno voluto condividere sui social network.
E se Pasolini avesse avuto Instagram...

Foto | Serena De Angelis

  • shares
  • Mail