Attenti al cassonetto: tolleranza zero dell'Ama per parcheggi vietati

multa

Diciamolo: a volte noi romani - stressati dal traffico, messi in croce dalla scarsità di parcheggi, patologicamente dipendenti dagli spostamenti in auto - vediamo il cassonetto con un'àncora di salvezza per evitare le grane della doppia fila abusiva.

"Parcheggia ai cassonetti", perchè così nessuno ti suona perchè deve uscire e sei costretto a precipitarti fuori dal parrucchiere/ristorante/supermarket/asilo per spostare la sua macchina. Dopo questo mea culpa, è meglio che realizziamo che, però, quest'anno parcheggiare davanti ai cassoni dell'immondizia è costato - e sta costando - caro a molti di noi.

Gli ispettori Ama hanno infatti decuplicato, da gennaio ad oggi, le multe per chi si macchia di questo tipo di infrazione (per la cronaca, 100 euro, più costo della rimozione forzata). Le multe sono state oltre mille e cento da gennaio (nel 2009, ad esempio, furono solo 112) con notevole soddisfazione, peraltro, delle casse capitoline.

Attenzione quindi a mettere in atto questo tipo di comportamento. Nonostante la scusante del traffico. Gli ispettori inoltre paiono essere quest'anno molto attivi anche per quanto riguarda altri tipi di scorrettezza, come la mancata raccolta di deiezioni canine (250 euro) che scatta quando si verifica che il padrone non ha con sè il kit per la raccolta della pupù, ma anche chi butta per strada cartacce o altri tipi di rifiuti o - come norma prevede - per chi fa in modo scorretto la differenziata.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: