Lo strano caso del parco regionale urbano di Valle Aurelia. Lo 'scambio' tra il Comune di Roma e il Vaticano

Lo strano caso del parco regionale urbano di Valle Aurelia. Lo 'scambio' tra il Comune di Roma e il Vaticano

La domanda ci sembra retorica quanto basta: chissà perché queste vicende capitano sempre in estate. La città che si svuota e pochi volenterosi che tengono traccia di ciò che accade sotto il sole a picco. In questo caso, ringraziamento doveroso a Daniele Martini de "Il Fatto quotidiano" che ha reso nota una vicenda piuttosto 'curiosa' accaduta proprio di recente.

Andiamo con ordine. L'oggetto del contendere è il parco regionale urbano di Valle Aurelia, più noto come parco della tenuta di Acquafredda. Anzi: il termine esatto non è 'contendere', ma 'scambio', un po' come (lasciateci ironizzare un po') accadeva con le figurine. Protagonisti, il Comune di Roma e il Vaticano. Regalo: il Vaticano 'scambia' appunto 60mila metri quadri dei 117mila di sua proprietà inseriti nel parco regionale urbano e li cede al Campidoglio. Cosa ottiene in cambio? Il diritto ad edificare su una superficie più o meno equivalente in una zona della città. Quale? Non si sa.

Come spiega in modo molto chiaro l'articolo (che potete leggere interamente a questo indirizzo se non siete abbonati a "Il Fatto"): "Una volta individuata o acquisita l’area, il Vaticano potrà procedere alla costruzione dei palazzi oppure, più verosimilmente, potrà vendere il diritto acquisito a un terzo, magari a qualche grande costruttore capitolino". Delibera presentata 'casualmente' a ridosso di Ferragosto e consiglio riunito in seconda convocazione in un momento in cui non è necessario il 50 per cento più uno dei presenti.

Comprensibili le proteste degli ambientalisti: il presidente laziale dei Verdi commenta sarcastico “Quando il Vaticano chiama, il Campidoglio risponde”, mentre il presidente nazionale evita i giri di parole “È un regalone con il fiocco” - sottolinea. La conclusione (per il momento) è una sconfitta per il Comune di Roma che ottiene un’area già destinata a parco naturale (che andrà destinata nuovamente a parco pubblico), mentre il Vaticano vince il diritto di edificare. Non vi ricorda qualcosa?

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: