Agenzie di Viaggio: Gli ultimi fantasmi delle vacanze


Ve le ricordate una dozzina di anni fa? Nei periodi caldi, quasi non si riusciva ad entrare. Il viaggio e l'eccitazione cominciavano da quel momento. Telefoni impazziti, torri di prenotazioni cartacee, tour colorati di ogni genere, viaggi organizzati. E i dipendenti nevrotici, con la sigaretta fissa e il ventilatore a palla, quando ancora l'aria condizionata era un lusso.

Oggi, quando per caso si passa in un'agenzia di viaggio, sembra di fare ingresso in chiesa. Se parli, la tua voce rompe un silenzio irreale, perché i pochi avventori di norma si avventano muti su depliant e cataloghi, per riuscire subito, senza nemmeno un "grazie".

Non vorrei essere troppo crudele, anche perché dati alla mano, le cose non sono ancora così drammatiche. Ma è evidente che la Rete pesca ogni giorno nuovi scopritori del mondo online. Dove si può fare praticamente tutto, da soli, sfidando rischi e imparando dai forum, dai siti di viaggiatori folli, che raccontano con precisione da navigatori cinquecenteschi, il diario dei loro viaggi, nei minimi dettagli.

Cosa rimane agli uffici dell'agenzie (perché quasi tutte hanno trasferito in rete il grosso del proprio circuito) dunque? La vecchia generazione che non ha figli o nipoti disposti a fargli da segretari personali, qualche tradizionalista timorato dal pagamento online, le liste nozze e ovviamente le società. Ecco, gli ultimi affari le agenzie di viaggio pare li facciano con le aziende, che spesso stabiliscono un contratto per i diversi spostamenti piuttosto che pagare un mensile per un addetto specializzato.

Ma il futuro non aspetta. Dai paesi più moderni del nostro arrivano già le figure professionali dei personal traveller assistant, che possono garantire servizi personalizzati e collaborazioni occasionali mirate. Un domani faremo un giro per indagare meglio l'universo interattivo (che ormai è un bel campo di battaglia a colpi bassi di marketing) dei nuovi viaggiatori, per ora ci interessa scoprire come cittadini, quanti di voi ancora frequentino, fra nostalgia e moquette, le antiche agenzie di viaggio fantasma.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: