Shakespeare a Roma: Sogno di una notte di mezza estate

Silvano Toti Globe Theatre: Sogno di una notte di mezza estate

Della programmazione (la 9a edizione del Silvano Toti Globe Theatre diretto da Gigi Proietti) tra Luglio e Settembre, Il Sogno di una Notte di mezza Estate(dal 3 al 13 agosto, giunto alla cinquantunesima replica in tre anni) era forse quello più atteso.

E la prima di ieri sera non ha tradito. All’interno dell’unico teatro elisabettiano in Italia, nel cuore e nella magia di Villa Borghese, nell'affascinante quanto spartana struttura che ci riporta il più possibile alla messa in scena originale, il pubblico si perso nei meandri onirici, intricati e intriganti dello Shakespeare commediografo.

La regia di Riccardo Cavallo con la traduzione di Simonetta Traversetti non rispetta alla lettera il verso sciolto della tradizione ma non stravolge il piano e il sentimento dell'opera. Anzi, probabilmente la freschezza della compagnia, dell'ambiente e della scena (ottima quella a cura di Silvia Caringi ed Omar Toni) calzano perfettamente, rendendo l'omaggio migliore a tale poesia del teatro.

Silvano Toti Globe Theatre: Sogno di una notte di mezza estate
Silvano Toti Globe Theatre: Sogno di una notte di mezza estate
Silvano Toti Globe Theatre: Sogno di una notte di mezza estate
Silvano Toti Globe Theatre: Sogno di una notte di mezza estate

Si ride e si pensa, ma soprattutto si sogna. I più bravi, anche per il ruolo, ma tutti se la cavano ampiamente, risultano Titania (Claudia Balboni) e Nick Chiappa Bottom (Gerolamo Alchieri), protagonisti dell'amore più buffo e capriccioso con cui Shakespeare si diverte come suo solito a svelare il rovescio ironico del sentimento più abusato dall'uomo.

Silvano Toti Globe Theatre: Sogno di una notte di mezza estate
Silvano Toti Globe Theatre: Sogno di una notte di mezza estate

Forse, nel finale un Puck (Fabio Grossi) un po' troppo maschera (sembra quasi più un Papageno) non riceve il giusto spazio per il commiato profondo e poeticamente gentile dell'intera opera ("scusate se noi ombre vi abbiamo offeso.."). Viene spostato dall'ingresso fuori coro di una voce che cita gli altri bellissimi versi de La Tempesta ("siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni").

Silvano Toti Globe Theatre: Sogno di una notte di mezza estate
Silvano Toti Globe Theatre: Sogno di una notte di mezza estate

Ma Shakespeare si presta ai rimandi delle sue strepitose tragedie e commedie, che si fondono sempre nell'essere o meno fra sogno e realtà, amore e follia. Resta l'evocazione del suo spirito, in questo teatro giovane e silvestre, che fa venire i brividi.

C'è infine un'importante novità per la struttura diretta da Gigi Proietti per la stagione 2011: Grazie alla partnership di Jaguar Italia con il Silvano Toti Globe Theatre di Roma (che segue l'esempio della casa madre che festeggia i 50 anni della leggendaria E-type stringendo un accordo la Royal Shakespeare Company) ci saranno due laboratori per giovani attori che si svolgeranno parallelamente all'attività del teatro romano e che si concretizzeranno in un momento di esercitazione pratica ed uno di verifica scenica.

Silvano Toti Globe Theatre: Sogno di una notte di mezza estate
Silvano Toti Globe Theatre: Sogno di una notte di mezza estate

  • shares
  • Mail