Calendario Romano: Fieri d'Agosto

Calendario Romano e festività antiche: Agosto

Dopo il Luglio di Cesare, tocca al suo grande erede prescelto. Il primo imperatore romano. Il più importante. Ottaviano Augusto. Sotto il suo impero, Roma dominò ed educò il mondo. L'intero mese d'Agosto, che ne prende il nome (Augustus = 'degno di venerazione e di onore'), venne dichiarato Feriae Augusti, il riposo d'Augusto.

Da qui le famose ferie d'Agosto si sono estese un po' a tutti, ed il Ferragosto derivante, lo hanno fatto perfino santo, tramite l'Assunzione di Maria. Come dire, le vacanze sono sacre. Gli antichi romani avevano un'altra madre da celebrare però nel periodo. Un po' più sportiva.

Il 13 Agosto era la festa, molto sentita, di Diana, la dea cacciatrice. Alle cerimonie presso il suo tempio (Templum Dianae), sull'Aventino, era ammessa tutta la popolazione, compresi gli schiavi. Perché Diana, era appunto la "madre di tutti".

Calendario Romano e festività antiche: Agosto
Calendario Romano e festività antiche: Agosto

Curiosa invece era la ricorrenza del 17 Agosto (Portunalia) in cui si gettavano delle chiavi nel fuoco in segno di purificazione. Il rito avveniva nel tempio di Portuno, dio delle porte e dei porti, presso Ponte Emilio (il nostro Ponte Rotto).

Dal 19 al 20, una festa graditissima: Vinalia, rustica o altera, in onore a Giove. La festa del vino. Si sacrificava un agnello al dio degli dei, per proteggere le uve fino alla vendemmia. Poi si facevano grandi "prosit!"...

Il giorno dopo, 21 Agosto, era poi dedicato a Conso (Consualia), dio dei granai e degli approvvigionamenti. Corse di muli, cavalli ed asini inghirlandati, si svolgevano al Circo Massimo, innanzi all'altare nascosto del dio, che solo durante la festa veniva dissotterato. Tito Livio narra che fu proprio Romolo ad istaurare la festività, dopo il ratto delle sabine.

Non poteva mancare, considerando il periodo, la festa del fuoco. Eccola il 23 Agosto. Giorno sacro a Vulcano (Volcanalia), dio del fuoco. Il suo altare, Volcanal, era fuori dal confine sacro di Roma, questo perché la natura del fuoco selvaggio di Vulcano era opposta a quella domestica di Vesta. Il cui fuoco era il focolare di casa.

Calendario Romano e festività antiche: Agosto

Chiudiamo con Opiconsivia (25 Agosto) e Volturnalia (27). La prima era a festa di Ops, che non è la divinità degli sgambetti, ma dell'abbondanza, ed è spesso ritratta con in mano la mitica cornucopia. La seconda era per il parente stretto, Volturno, dio delle acque e delle fontane, per il quale i romani organizzavano banchetti e giochi, innaffiando tutto con grandi libagioni di vino. Che ferie sti romani! Già all'epoca era meglio non partire...

Oggi oltre alla sindrome del Ferragosto, cosa ci rimane? Un po' di caccia alle stelle cadenti, per il 10, a San Lorenzo, che ormai si acchiappano solo lontani dalla metropoli. Per il resto Roma ad Agosto, è un ottimo periodo di rilassamento e meditazione, con 06blog quale maestro...

Calendario Romano e festività antiche: Agosto

  • shares
  • Mail