Lavoro a Roma. Con il censimento c'è posto per duemila rilevatori

romaA metà ottobre a Roma partirà il censimento, a dieci anni di distanza dall'ultimo, e il Comune cerca circa duemila rilevatori (1935, per la precisione) che si occupino di somministrare i questionari ai cittadini, girando di porta in porta. Il compenso previsto è interessante (sui 1500-1700 euro) visto che per ogni "intervista" effettuata verranno pagati - agli addetti - 4.50 euro.

Si tratterà di lavorare quattro mesi nella rilevazione dei dati, e altri due nella elaborazione degli stessi (in questi ultimi due il compenso sarà di circa 500 euro). Priorità ai laureati in Statistica, ma per partecipare alle selezioni basta il diploma superiore. Tutte le informazioni per candidarsi le trovate sul sito del Comune, qui.

Questa volta infatti ci si potrà candidare esclusivamente on line, e la scadenza prevista per farlo è il 24 agosto. Secondo le stime del Campidoglio, sono previste circa 5-6mila candidature.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: