Nel 2012 partono i lavori per il raddoppio della Salaria e per il nuovo svincolo con la Tangenziale


E' uno dei budelli automobislistici più trafficati di Roma. Uno dei tratti dove, chiuso dentro la propria auto, si può "morì de vecchiaia"... E quasi tutti i romani, purtroppo, ci si sono imbattutti una volta nella vita. Parliamo dello svincolo tra Tangenziale e Salaria, un nodo che produce chilometri di fila, ogni giorno, anche sulla stessa Tangenziale e sulla Salaria fino all'aeroporto dell'Urbe.

Per cercare di sciogliere questo nodo strutturale del traffico di Roma è pronto un progetto molto ambizioso che è stato presentato ieri dal sindaco Alemanno: la realizzazione di nuovo svincolo tra Salaria e Tangenziale e l'allargamento delle carreggiate della storica consolare fino all'Urbe e della stessa Tangenziale per qualche centinaio di metri prima e dopo l'incrocio.

I lavori potrebbero partire i primi mesi del 2012, per concludersi in 500 giorni dal primo colpo di piccone. Il progetto, dal costo di 27 milioni, prevede la costruzione di nuove rampe di accesso ed uscita tra Salaria e Tangenziale e la realizzazione di un nuovo ponte sull'Aniene in grado di separare i flussi in uscita ed entrata verso Roma e quelli diretti verso l'area di Prati Fiscali. Non solo: la carreggiata della Tangenziale sarà allargata per favorire l'ingresso e l'uscita da e per la Salaria e quest'ultima sarà raddoppiata, con una carreggiata in più, fino all'aeroporto dell'Urbe.

Quest'ultima operazione sarà resa possibile grazie all'abbattimento del muretto dell'aeroporto e dallo spazio reso disponibile dai fossi laterali alla consolare. Con l'autorizzazione dell'Enav sarà spostata l'entrata principale dell'aeroporto e la Salaria, nel punto in cui è presente l'attuale ingresso dello scalo, sarà trasformata per qualche centinaio di metri in una sopraelevata per permettere lo svincolo delle auto e l'inversione.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: