Rifiuti per strada a Roma, l'Ama prova a dare una spiegazione

Secondo la municipalizzata il problema è dovuto alla fragilità degli impianti

Se Ignazio Marino risponde alle accuse di Bruno Vespa che "a Roma è cosi da 50 anni", riferendosi all'annoso problema dei rifiuti sparsi per strada, l'Ama prova a dare una spiegazione quantomeno sensata:

Le temporanee difficoltà nella raccolta dei rifiuti nelle ultime settimane -spiega in una nota stampa l'azienda- sono dovute a rallentamenti momentanei e alle manutenzioni periodiche che gli impianti di Trattamento Meccanico Biologico (TMB), il tritovagliatore di Rocca Cencia, gli impianti di ricezione dei rifiuti nel nord Italia e i termovalorizzatori del Lazio sono obbligati ad affrontare. Tali difficoltà limitano le capacità ricettive dell'intero sistema".

Le difficoltà, sempre secondo Ama, sono dovute anche al sensibile aumento della produzione quotidiana dei rifiuti indifferenziati nella Capitale, durante questo ultimo periodo.

Le capacità di queste strutture, infatti, non possono andare oltre le 3300 tonnellate al giorno e quindi un fermo o un guasto può generare ritardi che inevitabilmente hanno ripercussioni sulla raccolta dei rifiuti.

Cassonetti differenziata Roma pieni di rifiuti

 

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: