Sciopero aerei del 20 luglio, anche Alitalia partecipa

Il 20 luglio 2014 rischia di lasciare molti passeggeri a terra. Oltre allo sciopero aereo di Meridiana, Alitalia annuncia sciopero generale dei naviganti del trasporto.

1740931-alitali

Un domenica nera, per chi dove volare, quella del prossimo 20 luglio. Tra gli altri scioperi in calendario nel settore, infatti, c'è quello di 24 ore proclamato dai dipendenti di Meridiana.

E ora, Alitalia, annuncia con una nota congiunta di piloti e assistenti di volo (Anpac, Avia e Anpav) lo stato di agitazione per protestare contro la mancata convocazione da parte del governo a proposito degli esuberi nella compagnia aerea (nell’ambito della trattativa con Etihad).

Il Ministero dei Trasporti reitera l'incomprensibile scelta di non convocare le associazioni sindacali di Piloti e Assistenti di Volo sul tema Alitalia-Etihad. Un atto palesemente antidemocratico che ignora la rappresentatività ampiamente maggioritaria di ANPAC, AVIA e ANPAV e che si pone in palese contrasto con l'annunciata volontà del Governo di svolgere il ruolo di facilitatore del buon esito della difficile trattativa tra Alitalia ed Etihad.

La miope scelta operata dal Ministero dei Trasporti di convocare esclusivamente le organizzazioni sindacali confederali, scarsamente rappresentative del personale navigante di Alitalia, rende estremamente più difficile la ricerca di soluzioni idonee a favorire il buon esito del confronto e si pone in netto contrasto anche con le indicazioni inclusive trasmesse dalla stessa azienda che ha manifestato in più occasioni la necessità di equilibrio e partecipazione attiva di tutte le parti coinvolte.

Forse si è dimenticato che Anpac, Avia ed Anpav sono titolari di tutti i contratti ed accordi aziendali in essere, fatto che, anche in forza dell'elevata rappresentatività categoriale, rende impraticabile l'esigibilità di intese non condivise.

Contro queste modalità antidemocratiche ANPAC, AVIA ed ANPAV annunciano la proclamazione per il prossimo 20 luglio di una azione di sciopero di 24 ore che coinvolgerà i piloti e gli assistenti di volo di tutte le Compagnie aeree che operano sul territorio nazionale.

Tale sciopero coinvolgerà i piloti e gli assistenti di volo di tutte le compagnie aeree sul territorio nazionale. Le associazioni di categoria vogliono ricordare così al governo che "sono titolari di tutti i contratti ed accordi aziendali in essere, fatto che, anche in forza dell'elevata rappresentatività categoriale, rende impraticabile l'esigibilità di intese non condivise".

All'Ansa il presidente dell'Anpac, Giovanni Galiotto, aggiunge che

"il ministero non può non tener conto delle associazioni che rappresentano il personale navigante (...). E' un atteggiamento incomprensibile, rischia di portare la trattativa all'interno di una palude da cui sarà difficile uscire (...) Si tratta del futuro di persone e non c'è motivo che la trattativa si svolga senza di noi (...) da un punto di vista legale, noi dobbiamo essere parte in causa (...) la nuova Alitalia deve partire con un approccio convinto da parte dei sindacati e dei lavoratori e non conflittuale altrimenti si rischia di ripetere lo stesso errore fatto con la vecchia Alitalia".

  • shares
  • Mail