06blog 6 tu: Api in città, cosa fare se trovate un alveare sul balcone

api in città

Siete fantastici. Le vostre segnalazioni ci lasciano spesso di stucco. E qualche volta ci rendono ancora più fieri di vivere in questa città. Sentite questa. Ci scrive una lettrice:

Sotto il cornicione del nostro terrazzo si era formato un favo di api enorme; persino l'apicultore poi intervenuto ha detto di non averne mai visto uno così grande in città. Avrete capito che le api, essendo una specie in via d'estinzione, non si possono e non si devono (!) eliminare. Assolutamente!

Purtroppo quando ho chiamato i Vigili del Fuoco, il Comune di Roma ed un altra ventina di numeri che mi davano, ricevevo sempre la stessa risposta: "non è di nostra competenza". Alla fine abbiamo capito che gli unici capaci ad intervenire sono gli apicultori privati e quindi a pagamento. Ma almeno ci si può fidare.

Sono venuti di notte dopo aver affittato una scala di quelle che si usano per potare gli alberi. In due sono arrivati fin lassù vestiti tipo astronauti e mentre uno aspirava le api, rigorosamente dormienti (sono venuti a posta dopo la mezzanotte) con una vera e propria piccola aspirapolvere che le risucchiava in una cassa di legno, l'altro rimuoveva il favo tagliando col coltello la cera e il miele.

Hanno riempito un secchio intero! E' stata un esperienza molto particolare perche il tutto si è svolto proprio fuori dalla finestra del nostro salone. Ci hanno detto che le api erano almeno seimila! Incredibile. E siamo in pieno centro, nei pressi di piazza del Popolo.

Davvero un resoconto affascinante. Quello che possiamo rispondere, grazie anche ai nostri esperti colleghi di Ecoblog sul tema, è che il fenomeno non è così bizzarro. Perché le api, minacciate dai pesticidi stanno prendendo casa in città, e spesso prediligono i centri abitati della grandi metropoli, causando anche qualche preoccupazione per la poca abitudine dei cittadini a certi vicini tanto preziosi.

Il consiglio che vi possiamo dare è quello appunto di chiamare sempre esperti del settore. Magari sarebbe bello se anche a Roma prendesse piede l'iniziativa dell'urban beehaus e dei beekeepers, che a Londra e a New York sta riscuotendo un certo successo.

A Parigi poi c'è un vero trionfo dell'apicoltura metropolitana. Sul tetto del Grand Palais, ci sono due api regine e 140.000 operaie che producono un pregiato miele. Ma anche nel Jardin du Luxembourg e sul tetto dell’Opéra Garnier non mancano grandi alveari.

Per informazioni potete contattare la Federapi , la Federazione Apicoltori Italiani (FAI) la cui sede a Roma è su Corso Vittorio Emanuele II, 101 - 00186. (E-mail federapi@tin.it)

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: