La settimana dei Municipi: decentrati sì, ma socialmente inutili

I territori in prima linea per una questione sociale sempre più urgente

municipidecentratiinutili

Questa settimana puntiamo la nostra lente d’ingrandimento sui servizi sociali dei vari Municipi di Roma, i quali lanciano l’allarme sulla situazione in cui versa il settore – specie con le ferie imminenti – e chiedono al Campidoglio e alle associazioni territoriali un tavolo di confronto per tornare a progettare e uscire finalmente dalla logica del lavorare per contenere le emergenze che si sono fatte ormai più che continue, quotidiane.

A questo proposito, e dopo le dichiarazioni del presidente del Municipio XII, Cristina Maltese, arrivano le rassicurazioni dell’assessore capitolino al Bilancio: è stato attivato il monitoraggio delle esigenze di spesa dei singoli dipartimenti per meglio programmare il resto del 2014 ed essere certi che il settore disponga delle risorse necessarie. Nei giorni successivi, poi, in calendario gli incontri con i rappresentanti dei singoli Municipi.

Quasi contemporanea è stata la modifica dell’articolo che prevede la partecipazione dei Municipi alla valutazione dei pubblici servizi, in ottemperanza dell’istanza avanzata dal Municipio XV. Così i Municipi, dovendo fare attività di vigilanza, prenderanno parte alle riunioni degli organismi di controllo e alla gestione del sistema sanzionatorio.

A partecipare alla vita cittadina, partecipano sempre di più anche i cittadini comuni, come nel Municipio IX, che ha appena concluso la prima parte dell’iniziativa “Presidente per un giorno”, che riprenderà dopo l’estate. L’obiettivo è quello di avvicinare i giovani alla politica attraverso il coinvolgimento diretto nel mondo istituzionale: l’ultimo ad aver provato l’ebbrezza di governare il territorio in cui abita è Alessandro, un giovane di 17 anni. Ambito simile, iniziativa diversa “Lo dico al sindaco”, il cui camper in questi giorni è stazionato nel Municipio III.

Tornando ai servizi, ma non quelli sociali, bensì quelli sanitari, domani al San Carlo di Nancy, sull’Aurelia (Municipio XIII), sarà open day, cioè una giornata con visite pediatriche gratuite previa prenotazione. Altrove, nel Municipio VIII, invece, Pd e Sel promuovono la sperimentazione dell’uso della cannabis per scopi terapeutici e avviano in proposito un dialogo con la Asl di competenza.

Un capitolo a parte merita come sempre il centro storico, ovvero il Municipio I. Dopo (solo) un anno dall’inizio dei restauri, è stata inaugurata la rinnovata Fontana di piazza Trilussa a Trastevere, mentre l’abolizione del principio di equivalenza contenuto nel testo unico sul commercio della Regione Lazio permetterà finalmente di mantenere il decoro in tutta l’area, allontanando una volta per tutte camion e bancarelle dai siti di pregio come il Colosseo. A breve, inoltre, partirà la riqualificazione di piazza Vittorio, grazie all’accordo raggiunto tra il comitato locale, il Municipio e Cittadinanzattiva Lazio.

E poi ci sono viabilità e traffico: il Municipio XIV, che ha la competenza del parco ciclopedonale di Monte Mario, ha inaugurato la manifestazione “Tutti in bici al concerto”: 5 km di percorso con aree attrezzate per bambini, spazi gioco, una pista di pattinaggio, fontanelle e panchine; un’altra opera simile, nel Municipio III, dovrebbe unire il quartiere Sacco Pastore-Espero alla stazione metro B1 di Conca d’Oro.

Infine, il Municipio V ha effettuato interventi di manutenzione straordinaria in via Bufalini; il Municipio X protesta per il definanziamento pari a un milione e mezzo di euro per la realizzazione delle corsie complanari di via Cristoforo Colombo: l’argomentazione è che lì si riversa buona parte del traffico da e per il mare, oltre a quello locale di molti quartieri che non hanno alternative valide all’uso dell’auto.

Foto | ЕленАндреа

  • shares
  • Mail