Invasione della zanzara tigre a Roma: sarà un’estate di tormenti

spiaggia C’è chi consiglia aglio post puntura, o basilico in azione preventiva, chi per togliersi il pensiero fa il bagno nella citronella o intasa le spine elettriche di casa di curiosi marchingegni che promettono allarmi acustici, oppure intossica i vicini del fumo di zampironi vari.

Insomma come al solito ci armiamo di tanti piccoli rimedi quotidiani per prepararci all’armata di zanzare-tigri che a breve minaccia di assediare la città.

I più saggi di noi già da tempo dichiaravano che fosse prevedibile, date l’umidità nell’aria e il caldo soffocante delle ultime scrollate di luglio: a Roma ci aspettiamo un esercito molto più ampio di zanzare tigre, quest’anno: arriverà il 42 per cento in più rispetto alla scorsa estate.

Il pericolo non è esiziale, per carità: si tratterà solo di combattere di più, quest’anno, con fastidiose punture e pruriti da alleviare con rimedi casalinghi o con i più noti preparati dell’industria di cui facciamo scorta in questo periodo. Il dato però un po’ scoccia.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: