Per il bene di Roma, una rivoluzione dal basso, forse troppo

Io mi sono anche iscritto, per carità. Ogni iniziativa volta a rendere (si spera) migliore la nostra città, la saluto con entusiasmo, e, sebbene l'associazionismo non sia il mio campo di gioco preferito, mi rendo conto che sia la strada più valida da percorrere per il bene di Roma.

Quindi figuriamoci se voglio boicottare il nuovo appuntamento del network di associazioni, reti civiche e comitati di quartiere La città di tutti che si riunirà per il 12 Luglio alle ore 18.00 in piazza Santa Maria Liberatrice a Testaccio. L'incontro sarà appunto sul tema "Per il bene comune - con il protagonismo dei cittadini".

Però un consiglio. Non vi affidate ad attacchini senza scrupoli nella vostra campagna pubblicitaria. Anzi non stampate propri i manifesti. Anche se da spiaccicare sui porta lasagne elettorali autorizzati. Perchè gli avanzi fanno schifo. Date il buon esempio, cominciamo la dieta digitale. Per il bene di Roma.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: