Venghìno Sìore e Sìori al ''circus' di Villa Celimontana

Villa Celimontana Festival 2011Venghìno Sìore e Sìori a Villa Celimontana Jazz Festival, il tempio del jazz trasformato in un “Circus” delle meraviglie, che non spara donne cannone tra le stelle ma cavalieri scolpiti tra le note del jazz, dove anche Napoli incontra il mondo, lo stesso mondo salvato dai bambini.

Il grande jazz traghettato alla Casa del Jazz insieme al suo vecchio direttore, lascia il posto ad un’orchestra circense diretta da Ilaria d’Alberti, ricca di poesia e teatralità, note musicali e briganti risorgimentali, favole, ecologia e burattini per tutti.

Un circo a più piste con Nerone e Garibaldi in prima fila, nell’arena l’amore al tempo della guerra e il jazz fino a quelli di Cleopatra o della Sicilia di Ciuri Ciuri, i 150 anni Dell’unità D’Italia nella partitura e le Città Invisibili di Calvino negli occhi di ogni visionario.

Un Festival ridotto da 1° luglio al 12 agosto, più eclettico, ma non meno denso, dove Fellini evoca il teatro e Donatella Rettore canta un nuovo album, dalle nove del mattino a notte inoltrata, da € 5.00 a € 30.00, ma se vi sembra poco per questa Estate Romana che risente di ogni genere di crisi, vi lascio al circo dei commenti per sfogarvi, senza peli sulla lingua, forse sullo stomaco o nell'uovo.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: