Tor Bella Monaca e Ponte di Nona, arrivano i cassonetti interrati

A Scipioni il compito di individuare le aree

Il futuro dei cassonetti? Interrati come a Piazza della Signoria a Firenze o come il resto delle grandi capitali europee.

L'idea, per il momento solo su carta, è indirizzata ai quartieri di Ponte di Nona e di Tor Bella Monaca (tra le aree che hanno risentito più delle altre l'emergenza rifiuti) in via del tutto sperimentale e consentirà di azzerare l'impatto ambientale oltre che a migliorare il decoro urbano.

Daniele Fortini, Presidente AmaRoma ha avuto l'idea, adesso spetta al comune  il compito di localizzare le aree dove inserire i cassonetti. Marco Scipioni Presidente del Municipio VI ha, infatti dichiarato:

Si tratta di siti da individuare a stretto giro per la realizzazione di opere murarie che permetteranno di ridurre l’impatto devastante dei rifiuti abbandonati in strada” (...) “Fortini ha preso atto dei problemi oggettivi che da tempo vengono denunciati da questi uffici.  L’aumento dei contenitori e la successiva fase sperimentale con i contenitori saranno solo parte di un piano in cui Ama si è impegnata a migliorare innanzitutto i servizi. Le operazioni di decoro urbano delle scorse ore, e l’opera del gruppo Pics della polizia locale, che si sta prodigando al 70 percento soltanto sul nostro territorio, sono dei passi importanti verso il ripristino della normalità.

cassonetti interrati
  • shares
  • Mail