Ladri di bike-shared. A Roma un furto al giorno

bici

Eccola qua, la rivisitazione dei ladri di biciclette: ladri di bici esposte per la pubblica utilità nei parcheggi del bike sharing. Oggi ormai andrebbe rivisto così, il film di De Sica, ambientato non nella Roma del dopoguerra ma in mezzo a traffico scatenato, smog e disattenzione collettiva, che rendono più facile il furto programmato.

I dati – circa 400 furti lo scorso anno, più di uno al giorno - arrivano come contraltare al progetto del Campidoglio – ne avevamo parlato – di dotare di nuove postazioni il servizio, affidandone la manutenzione a privati (che la gestiranno in cambio di pubblicità gratuita in città). Chissà se riusciranno a evitare che il numero di furti.

Si tratta, in realtà, di un servizio che ai romani piace, e su cui si dovrebbe investire: a me ha fatto piacere sapere che ogni giorno nella nostra città 150 persone utilizzano questa opportunità. Numeri che spero siano destinati a crescere con l'aumento delle postazioni.

In realtà credo però che prima occorrerebbe pensare ad aumentare i chilometri di ciclabile e alla manutenzione di quelli che esistono già.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail