Bocciature a Roma: nei licei della Capitale record di addii allo studio

lavagna

Ai ragazzi romani non piace andare al liceo. E non lo pensano solo in questi ultimi giorni, pressati dagli esami di maturità. Piuttosto, sono sempre di meno quelli che, usciti dalle medie, decidono di continuare l'iter scolastico. E chi ci prova, si ferma alle prime classi.

Come avevamo già detto, quest'anno c'è stato un boom di falcidiati presso le prime superiori e i quarti ginnasi (percentuali che nei casi più gravi superano il 15 per cento). Comprensibile conseguenza di questa situazione, il fatto che sempre più ragazzi e ragazze romane decidano di abbandonare.

Le percentuali di chi molla la presa dopo i primi insuccessi sono infatti paurosamente più alte, nella Capitale, rispetto al resto d'Italia: al liceo si aggirano intorno al 20 per cento (quella italiana è del 5.5 per cento). Ma soprattutto, che ne è di quel 6.6 per cento di alunni delle medie che abbandona la scuola?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail