Nubifragio a Roma: scene da diluvio universale

Il maltempo si abbatte su Roma. Allagamenti e danni. Disagi per tutti. Ennesima apocalisse per la capitale.

10483936_10152267237844011_605421661728145419_o

Non bastano le previsioni (che puntualmente si rinnovano con allerte della Protezione Civile) per questi fenomeni. Roma finisce sott'acqua ancora una volta. Comincia la conta dei danni, mentre la città si paralizza.

Immagini (la foto che fa il giro del web è di Elena Capizzi) che sembrano tratte dal biblico film su Noah, uscito qualche mese fa al cinema.

Incredibile la situazione sul GRA, dove centinaia di automobilisti sono rimasti bloccati per ore, nei pressi dell'uscita Gregna Sant'Andrea, separati letteralmente da un "profondo lago" sulla strada.

A parte qualche fortunato possessore di fuoristrada stile Camel Trophy (poi ci dicono di prendere l'auto elettrica, magari piccina), gli altri sono rimasti così, in attesa di un Mosè che dividesse le acque.


Intanto il rischio idreogeologico è arancione per tutto il Lazio. In una nota la Regione comunica:

"Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento di Protezione Civile ha emesso un Avviso di condizioni meteorologiche avverse (ad estensione dell'Avviso del 13 giugno 2014), con indicazione che dalle prime ore di domani e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio “il persistere di precipitazioni diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, possibili grandinate, forti raffiche di vento e frequente attività elettrica.

Il Centro Funzionale Regionale ha emesso altresì un Avviso di criticità idrogeologica nelle Zone di Allerta del Lazio: codice arancione sulle zone Bacini Costieri Nord, Bacino Medio Tevere, Appennino Rieti, Roma, Aniene, Bacini Costieri Sud, Bacino del Liri.

La Sala Operativa Permanente della Regione Lazio ha emesso l’Allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda che per ogni emergenza – conclude la nota - è possibile fare riferimento alla Sala Operativa Regionale al numero 803.555".

  • shares
  • Mail