Bike sharing, si riparte: un bando europeo per resuscitare il servizio su due ruote

Avevano promesso nuove postazioni a Prati, Trastevere e San Giovanni. Ci avevano detto che il servizio sarebbe decollato con la nuova gestione Atac. Invece il bike sharing romano si trova oggi sul punto di morire. Ma per resuscitarlo la nuova idea dell'amministrazione capitolina è affidare il servizio a privati da individuare con un bando europeo.

La novità è stata data dal presidente di Roma servizi per la Mobilità, Massimo Tabacchiera. Vediamo di che si tratta. "Il consiglio comunale- ha detto Tabacchiera- dovrebbe a breve approvare una delibera per autorizzare l'agenzia a pubblicare un bando europeo per la gestione del servizio in cambio della pubblicità. In 5-6 mesi rilanceremo il nuovo servizio con 70 nuovi stalli nei municipi I, II, III e XVII".

L'idea è di dare in cambio ai privati che gestiranno il servizio 1500 metri quadrati di pubblicità in tutta la città, centro escluso, con cartelli da 2.20 metri x 1.80 sotto vetro ed illuminati. Riusciranno i nostri eroi a rilanciare un progetto nato sperimentale con Veltroni e mai preso di petto dall'amministrazione Alemanno?

Foto: Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: