Carta d’Identità anche per i giovani romani con meno di 15 anni

Alvaro_Vitali-Carta_d'identità In viaggio o a casa, poter documentare le proprie origini di ‘cittadino romano’ naturale o acquisito, è diventata una vera necessità, per superare i controlli della città blindata e sorvegliata in occasioni sempre più frequenti, o solo per non pagare la tassa di soggiorno se vai al mare, anche se la spiaggia di Ostia sembra ormai immune al balzello.

Inoltre per quando la ricerca dell’identità richieda spesso tutta la vita, il documento che si limita a certificarne i dati anagrafici si adegua ai tempi e agli standard di una metropoli emancipata, almeno sulla carta, concedendo proprio la 'carta' di identità anche ai minori di 15 anni.

Con il decreto legge n. 70 del 13 maggio 2011, la Prefettura di Roma ha quindi diramato disposizioni per la richiesta della carta valevole o meno per l’espatrio, e il rinnovo, che varierà con l’età, ogni 3 anni per i bambini sotto i tre anni, 5 per quelli dai tre ai diciotto anni, e 10 per i maggiorenni. State quindi tranquilli piccoletti, perché la carta di dindirindà non farà più discriminazioni di età o centimetri .. per nessuno.

Foto | Nonciclopedia

  • shares
  • Mail