La settimana dei Municipi. Il voto alle Europee segnale per la politica locale?

Affermazione a sorpresa del M5S agli ultimi ballottaggi in alcuni Comuni italiani, vittoria senza pari del Pd alle Europee. I Municipi di Roma in piccolo alle ultime Europee riflettono le tendenze del voto politico nazionale? E questo, forse, non potrebbe trasformarsi in un messaggio a chi li governa?

voto

Questa settimana siamo andati a ripescare i risultati di voto delle ultime Europee nei quartieri della Capitale, Municipio per Municipio. Per lanciare una piccola provocazione.

Certo, sappiamo il quadro dell'affluenza: i Municipi in cui si è votato di più ad esempio sono il II, 56,73%, il III, con il 54,59% e il IV, con il 53,70%. Maglia nera per l'affluenza invece al VI (46.86%). E già ci sarebbe da indagare sui motivi della disparità di queste percentuali rispetto alla media degli altri Municipi.

Però forse sarebbe interessante anche capire in quante zone di Roma i residenti hanno rinnovato la fiducia al Pd – partito dell'attuale sindaco Marino e di tutti i minisindaci - e in quali invece è emersa la preferenza per il M5S.
Un confronto a due, nei fatti, perchè Fi non è riuscita a emergere in nessuno dei Municipi, attestandosi intorno al 12-13 per cento in praticamente tutti. Una situazione che naturalmente riflette quella a livello nazionale.

Il dato è interessante a livello della politica municipale. Infatti, tanto per lanciare una provocazione, se tutti i minisindaci dei quartieri della Capitale vengono dall'area di centrosinistra, non si potrebbe pensare che nei quartieri dove questa parte politica ha ceduto punti, questo potrebbe essere il segnale di un disagio espresso dai residenti nei confronti di chi amministra il loro quartiere? Siamo aperti a tutte le segnalazioni e le repliche in merito.

voto Il Pd ha avuto il maggior numero di preferenze, ad esempio, nel Municipio II, in cui i grillini invece prendono uno dei risultati peggiori, attestandosi in un testa a testa con Fi (14,79% contro il 14.53). Male i grillini anche nel Municipio I: anche in questo caso il Pd sbaraglia tutti arrivando quasi a sfiorare il 50% con il 47,50% mentre il M5s è secondo con il 16,53% .

E ora i quartieri meno "rossi": il Pd è lontano dal 40 per cento nel Municipio VI (Finocchio-Tor Vergata) attestandosi con un testa a testa con il M5S (35,81 per il Pd e il 34,55 per il M5S). Margine minore fra Pd e M5S anche a Ostia-Acilia (Municipio IX, al 39,26% il primo e al 31.46 il secondo).

E già che ci siamo, per chi volesse i risultati nei dettagli ecco il quadro della situazione in ciascuno dei Municipi rispetto ai voti dei tre partiti maggiori:

Nel Municipio I (ex I e XVII) il PD è il primo partito con un risultato eclatante, il 47,50%. Secondo il M5S con 16,53% mentre Forza Italia segue solo con il 13.43%. Fdi 5,03 e Ncd 4,91 praticamente al testa a testa mentre la lista Tsipras sostenuta anche da Sel guadagna oltre il 9 per cento.

Nel Municipio II, che comprende anche la zona “giovane” di san Lorenzo-Policlinico degli “universitari” (anche se di sicuro in prevalenza fuori sede e quindi non votanti a Roma, si presume) il Pd primo partito con il 48,06% - la percentuale più alta guadagnata nei Municipi di Roma - mentre in questo caso il M5S non segna che pochissimi punti su Fi, con il 14,79% contro il 14.53. Buoni risultati per la lista Tsipras (7.79%) sostenuta anche da Sel.

Nel Municipio III, che comprende anche Montesacro e Bufalotta, Pd primo partito con il 44,43 e notevole forbice fra M5S con il 23,81 e Fi, che si attesta al 12.52%.

Anche nel Municipio IV, che comprende anche Pietralata e Casalbertone il Pd risulta primo partito con oltre il 40 per cento dei voti (43.29%) seguito anche in questo caso da M5S con il 26,84 e Fi prende ancora di meno, 11.63%. Fdi arriva al 6,11, male Ncd (2.74%).

La solfa non cambia a Pigneto-Centocelle (Municipio V), con Pd primo partito con il 41,56 e secondo M5S (28,02 ). Non male Fdi-An al 5,14 e Tsipras al 6.36 mentre il partito di Alfano si arresta al 2.65.

E' stato invece quasi un testa a testa tra Pd e M5s nel VI, da Finocchio a Tor Vergata e Tor Bella Monaca, con un 35,81 per il Pd e il 34,55 per il M5S. La forbice invece si allarga a san Giovanni Appio Tuscolano, Municipio VII, con un 43.66 per il Pd e il 25,77 per il M5S e Fi appena oltre il 12%.

 Accade anche nell'VIII, Ostiense San Paolo Tor Marancia, dove il Pd arriva al 46% e il M5S al 21,98. Risultati molto simili nel quartiere Eur Cecchignola, Pd 42,96% e M5S 25,27% , Fi terza nelle preferenze di voto. Non così netto lo scarto invece nel IX, Ostia Acilia Infernetto, ovvero un margine minore fra Pd e M5s, al 39,26% il primo e al 31.46 il secondo, con Fi che segue con il 13.81 e una buona affermazione di Fdi (4.92%)e Tsipras (4.42%).

Nell'XI (Portuense) netta affermazione del Pd con il 43,00%. Secondo il M5S con il 27,24%, così come nel contiguo Monteverde (XII) con Pd al 43,00% e M5S al 27,24% e nel XIII (Boccea-Casalotti) dove invece le percentuali si attestano rispettivamente al 42,07% e 24,28%.


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail