Gita fuori porta: a Bracciano per Laghidivini


Immaginate un calice di vino da degustare su una terrazza con una splendida vista sul lago, proprio uno di quei panorami mozzafiato che incantano per la loro bellezza e insieme rilassano… devono aver visto quello che vedo io gli ideatori della kermesse Laghidivini, giunta alla sua quarta edizione, che si svolge a Bracciano da ieri fino a domenica.

Eh sì, a giudicare dai numeri sembra che Bacco sia stato particolarmente generoso con le sponde lacustri: sono ben 80 le aziende e 150 le etichette in degustazione che arrivano dalle uve coltivate in prossimità di 35 laghi italiani, cui fanno da sfondo convegni, concerti, spettacoli teatrali e di danza, proiezioni, seminari, workshop, mostre e mercato delle eccellenze enogastronomiche nel centro storico di Bracciano e anche un tour sul lago a bordo della Motonave Sabazia.

Piccole e grandi imprese provenienti da realtà geografiche lontane e diverse brinderanno insieme con le autorità, la stampa e la cittadinanza grazie alla preziosa collaborazione di Slow Food Bracciano. Un bere lentamente, insomma, e rigorosamente sul l.a.g.o., dove l’acronimo sta per lago, ambiente, gusto e… oltre.

Come dicevamo, non mancheranno spettacoli a tema, come le dimostrazioni di sabrage, ossia l’arte di aprire lo spumante con una sciabola prima di poterlo degustare… ovviamente ghiacciato; ma da segnalare anche il teatro di strada tra mimo, giochi interattivi e momenti circensi con la direzione artistica di Jack La Cayenne.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail