Stressati o pigri come gli antichi romani? Il boom dei centri benessere nella Capitale

massage

Noi romani siamo proverbialmente noti per essere fan della filosofia "nun te stressà", che evidentemente affonda nelle nostre nobili e antiche origini di banchettatori, nullafacenti crapuloni dell'età dei Cesari. Nobile tradizione, appunto, che secondo le statistiche portiamo avanti ancora oggi, alla faccia della crisi.

Che colpa abbiamo se i nostri progenitori amavano terme e saune? Anche noi oggi non possiamo fare a meno di Spa e centri benessere. Non è colpa nostra, d'altronde.

Avevamo già parlato delle statistiche sui locali che offrono trattamenti beauty e rilassanti (+30 per cento di Spa e beauty farm).

E ora arriva la notizia che questo tipo di servizi è talmente richiesto (soprattutto relax, forma fisica e ringiovanimento), che moltissimi alberghi della Capitale si stanno attrezzando per offrire un'area de-stressante alla propria clientela (turisti soprattutto, ovviamente) e a residenti di passaggio.

A Roma infatti nel 2011 il settore "beni e servizi alla persona" ha infatti il segno più (+0,2 per cento) e gli operatori si comportano di conseguenza, offrendo pacchetti regalo in alcuni dei più begli hotel della Capitale. E anche le strutture dedicate in esclusiva proliferano: 1500 strutture solo a Roma, sul totale delle circa settemila nel Lazio.

Non sarà la solita storia, che noi romani siamo talmente stressati che risparmiamo sull'essenziale e preferiamo vivere di piccoli lussi?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail