Concittadini romani, doniamo il sangue

trasfusione Un appello che faccio non solo da giornalista - riportandovi la notizia che a Roma manca sangue - ma anche da concittadina. Non ci fa affatto onore, infatti, renderci conto che in tutta Italia deteniamo questo primato negativo: essere la città in cui ci sono meno persone a donare il sangue.

Nonostante siamo una delle più grandi metropoli italiane, secondo gli ultimi dati totalizziamo infatti questo primato negativo, che non fa bene innanzitutto a noi stessi: a Roma mancano ogni anno dalle 30 alle 40mila unità di sangue all'anno.

Cosa che non si verifica nel resto del Lazio, più generoso di noi, evidentemente. Il problema però non è solo quello della cattiva coscienza di noi abitanti della Capitale, ma anche della carenza delle strutture che ci affligge. Il centro trasfusionale del Policlinico Umberto I, ad esempio, chiude tutti i giorni alle 13. Il motivo? Mancanza di infermieri.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail