Gli stipendi d'oro dei bagnini romani

bagnino

Stessa spiaggia, stesso mare. Stesso bagnino, in gran parte dei casi. Secondo la Sib (il sindacato delle imprese balneari), infatti, i bagnini di fiducia degli stabilimenti del litorale romano – pur rimanendo in pochi – sono preparati, affidabili, e di anno in anno si tende a richiamare al lavoro sempre gli stessi.

Chi “vigila” sulle nostre nuotate estive lo fa inoltre per una lauta remunerazione, se è vero che, come afferma Assobalneari, vengono pagati dai 3-4mila euro al mese per il loro lavoro.

A parte le invidie del caso sui loro stipendi stagionali (io personalmente ho già deciso, se rinasco faccio la bagnina) i marinai di salvataggio hanno mantenuto un encomiabile record a Ostia: zero morti in trentanni, c'è da dirlo, nonostante la drammatica morte del bagnante a Castelporziano avvenuta lo scorso venerdì.

Il problema è semmai la riduzione del loro numero: proprio a Castelporziano sono passati da 60 a 16 a coprire le 11 postazioni del Comune di Roma.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail