Lady Gaga all'Europride 2011: chi non vuole la Germanotta a Roma?

Lady Gaga all'Europride 2011: chi non vuole la Germanotta a Roma?

Prima le voci incontrollate, poi la conferma. Poi ancora altre ipotesi (canta? Non canta? Si porterà un intero corpo di ballo? Arriverà vestita come Sua Santità?) e alla fine sappiamo cosa aspettarci dalla partecipazione di Lady GaGa prevista per il prossimo 11 giugno 2011 all'Europride di Roma. Innanzi tutto nessuna paura per la 'splendida cornice' di piazza Vittorio (l'evento sarà a Circo Massimo).

Poi è stato annunciato un discorso sui diritti degli omosessuali e uno (forse due) brani al pianoforte: sicuramente "Born This Way" - ma le trattative per un altra canzone sono in corso - circondata da una 'corte' di Drag Queen (ma senza coreografia). Il tutto a partire dalle 21, con evidente soddisfazione degli organizzatori e dell'ambasciatore degli Stati Uniti in Italia David Thorne.

Potevano mancare le polemiche? Figuriamoci. La Destra più ostile e estrema ha già fatto sentire la sua voce. A partire da Fiamma Tricolore - Destra Sociale che 'tuona' "Noi ci prepareremo al lancio di pomodori sulla pop star internazionale. Non possiamo tollerare che la reginetta del nulla ci dia lezioni di giustizia. La famiglia è una sola, quella tradizionale. Noi abbiamo l'obbligo morale di difenderla". E ancora, il telo con scritto "'Welcome to pride pork!" appeso sui cancelli di piazza Vittorio e rivendicato dal movimento politico cattolico Militia Christi o le dichiarazioni cerchiobottiste di Casa Pound Italia:

L'Europride a noi non piace come manifestazione in sé perché la troviamo volgare e esibizionista. Detto questo non siamo né contrari ai diritti degli omosessuali, anzi, né alla location di piazza Vittorio. Se hanno bisogno di manifestare, qui o in qualche altra parte di Roma è uguale, le polemiche sono sterili

come dichiara il presidente Gianluca Iannone. E cosa dire delle scritte apparse sulla bacheca nella nuova sede dell'ATAC? "Questo è un posto di lavoro, non il ghei praid" e ancora, un volantino firmato "Orgoglio Etero" che recita: "Orgoglio etero al 100%, l'allarme che la razza umana grida al mondo!". Se qualcuno avesse mai avuto dubbi sulla necessità di un momento di visibilità, dignità e rispetto delle tematiche GLBT, ci sembra proprio che abbia tutti gli elementi per ricredersi.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: