Fontana di Trevi: con vista sul restauro 'trasparente' di Fendi, dal 5 giugno 2014

Imminente il restauro Fendi della Fontana di Trevi, con pannelli trasparenti e vista dall'alto sul monumento romano simbolo de La Dolce vita.

Nella città eterna che risente di tempo e inquinamento come qualunque cosa, è ormai imminente anche il restauro della celebre Fontana di Trevi finanziato interamente da Fendi, e a quanto pare pronto a farsi perdonare il ritardo di un annetto sull'apertura del cantiere, con accorgimenti che fanno onore alla grande maison di moda legata alla città di Roma sin dalla sua fondazione del marchio nel 1925, che esporta lo stile del Made in Italy in tutto il mondo.

Il progetto “The Glory of Water” svelato durante l’inaugurazione della nuova boutique FENDI di Parigi del luglio 2013, insieme ad immagini delle fontane di Roma catturate dall’obiettivo di Karl Lagerfeld, la presentazione del film restaurato “Histoire d’Eau” prodotto da FENDI nel 1977, e dell’emonimo libro fotografico edito da STEIDL.

Un intervento di «puro mecenatismo», lontano dalle sponsorizzazioni che stanno restaurando siti monumentali della capitale, un dovere per Silvia Venturini Fendi

«E’ nostro dovere rendere onore alla città di Roma, che ci ha dato così tanto e che fa parte del patrimonio creativo di FENDI»

L'inizio del restauro della fontana simbolo de La dolce Vita romana (Felliniana), e delle sue beltà marmoree e impetuose che affiorano dal mare più mitico con Oceano e i suoi tritoni, è previsto per il prossimo 5 giugno 2014, ma sino alla la fine dei lavori programmata per l’autunno del 2015, l'allestimento del cantiere 'trasparente' promette di rendere la 'vista sul sito archeologico' ancora più allettante.

Contrariamente al progetto originale, i teloni di protezione dei ponteggi che avrebbero dovuto riprodurre la fontana durante la durata del restauro, saranno infatti sostituiti da pannelli trasparenti, mentre un ponteggio supplementare assicura la vista dall'alto della fontana, e due schermi esterni le immagini storiche e cinematografiche del prezioso reperto storico e artistico, immortalato da Totò e Fellini.

Un progetto di restauro didattico con lavori che procederanno per fasi: dal prospetto centrale a due laterali, anche sulla "scogliera", per un cantiere innovativo,realizzato sotto la supervisione tecnico-scientifica della Sovrintendenza capitolina ai Beni culturali, con pannelli in plexiglas che incorniciano il monumento e una passerella sulla grande vasca, che da luglio sarà aperta dalle ore 16 alle 21.30 per turni di 100 persone alla volta, e da fine luglio anche con il ponte sarà aperto dalle ore 9.30 alle 21.30 per turni di 240 spettatori.

In questo modo i turisti che arrivano a Roma da tutto il mondo per vederla, beneficeranno di ulteriori punti di vista sull'opera d'arte, senza dover rinunciare allo scaramantico lancio di monetine portafortuna, che continuerà ad essere assicurato da una postazione di accesso.

2 milioni 180mila euro saranno stanziati a totale copertura dell'intervento che non prevede alcuna sponsorizzazione invasiva, per i lavori appaltati all’ATI “Trevintre”, composta dalla Cooperativa CBC, capogruppo, e dalle Società ARA s.n.c. e Tecnicon S.r.l. che si possono seguire attraverso il sito dedicato al restauro www.restaurofontanaditrevi.it, sino alla fine prevista per l’autunno del 2015, mentre l’app smartphone “Fontana di Trevi” consente di scattare selfie e ricevere via mail un poster della fontana personalizzato con la propria foto.

Con lo stanziamento di 320mila euro, il “mecenatismo culturale” della maison Fendi si estende anche al restauro del complesso delle Quattro Fontane, realizzate da Francesco Borromini tra il 1638 e il 1663 (in via Venti Settembre), con un cantiere allestito in contemporanea su tutte e quattro le fontane dalla Ditta Carlo Usai, e l'intervento comprensivo di lavori di restauro, revisione e implementazione degli impianti idrico e di illuminazione artistica, che prevede di essere pronto per marzo 2015.

Due progetti che portando avanti l'opera di restauro delle fontane della capitale, che già conta la fontana del tritone di Gian Lorenzo Bernini in piazza Barberini.

Quattro_Fontane

Foto | Getty images - Wikipedia

  • shares
  • Mail