Solidarietà. Una Ricetta per due, opportunità di lavoro per ex ospiti di case famiglia

Ecco qui una iniziativa che segnaliamo molto volentieri: un progetto solidale da parte di una associazione romana, Spes contra spem, per dare lavoro ai giovani che a 18 anni si trovano ad uscire fuori dalle case famiglia che li hanno accolti.

L'idea di Spes contra spem merita un bis di applausi. Prima di tutto perchè cerca di dare una risposta, seppur ancora circoscritta, a un problema molto pesante di cui raramente si parla, ovvero quello di offrire un lavoro a giovani che escono fuori dalle case famiglia che li hanno accolti, e si trovano "senza paracadute" (senza famiglia nè alloggio, nella maggior parte dei casi) ad affrontare il mondo del lavoro.

In questo senso l'idea di questa associazione è quella di far preparare a questi neomaggiorenni, un catering a domicilio per anziani soli non autosufficienti della capitale. Il progetto, leggiamo su Redattore sociale, " in questo momento e' ancora in fase organizzativa ma potrebbe prendere il via gia' tra qualche mese" e appunto merita un doppio applauso perchè da anche un aiuto concreto a chi - gli anziani - non è in grado di curarsi di sè.

cuocaNon a caso il titolo dell'inizitiva - finanziata con una quota del 5xmille che sarà raccolto dall'associazione - è proprio Una ricetta per due e per ora dovrebbe partire dal Municipio III (replicare anche negli altri, please!).

"Una ricetta per due nasce dal sogno di trasformare le debolezze dei ragazzi che escono dalle case famiglia in risorse preziose per gli abitanti del territorio dove lavoriamo da tanti anni - spiega il presidente di Spes contra spem, Luigi Vittorio Berliri, alla testata - Entro un anno intendiamo offrire un servizio accessibile a tutti, che sosterra' l'autonomia degli anziani e la serenita' delle loro famiglie, e consentira' ai ragazzi di proseguire un percorso personale verso la piena integrazione".


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Redattore sociale

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail