Roma Pride 2014: 20 anni arcobaleno a viso aperto contro pregiudizi e discriminazioni di genere

Roma continua a lottare contro le discriminazioni di genere e orientamento sessuale aspettando la sfilata arcobaleno del 7 giugno 2014 e l'Onda Pride che investe l'Italia, con chi sfida i pregiudizi mettendoci la faccia.

Sono passati venti primavere dal primo Gay Pride romano, e la storia di lunghe battaglie, feroci discriminazioni, piccole vittorie e grandi speranze per il futuro, che torna a sfilare per le strade della capitale (e nel video), dove i colori dell'arcobaleno sventolano già da un po'.

Nella città eterna che attiva numeri verdi contro l'omofobia, ha dedicato la Settimana Rainbow alla promozione dei diritti della comunità Lgbt e registrato le prime coppie gay e lesbiche nel registro delle unioni civili (approvato solo in quattro municipi), assistendo alla denuncia dei professori del liceo romano per letture oscene di rapporti gay, o le svastiche con scritte omofobe lasciate sul sagrato della chiesa Valdese, il Roma Pride è già iniziato, con incontri, Party e chi sull'onda del selfie usato anche in campagna elettorale, sfida i pregiudizi a viso aperto mettendoci la faccia.

Sabato 7 giugno 2014, la caratteristica e coloratissima parata riporta lungo le strade di Roma gay, lesbiche, bisessuali, transessuali, intersessuali, eterosessuali, individui che danno valore all'unicità, e un sacco di gente che spingendosi ben oltre le categorie anela un futuro che non discrimina nessuno, a partire da quell’identità di genere e l’orientamento sessuale che spingono tanti ai margini, qualcuno in vero inferno, troppi a gesti estremi, e che ci siate oppure no, sfileranno anche per voi!

Una parata che festeggia il suo primo ventennio con il sostegno di Roma Capitale e la presenza del sindaco Ignazio Marino, alcuni assessori della Giunta, dell’Assemblea Capitolina e di alcuni Municipi, anticipando l'anniversario degli scontri newyorkesi di Stonewall del 27-28 giugno 1969, considerato l'atto di nascita dei movimenti LGBT, e l'inizio dell’Onda Pride che sfila per i diritti degli omosessuali e contro le discriminazioni di genere, e tra giugno e luglio attraversa lo stivale con la catena di manifestazioni LGBT che toccheranno 13 città, da Milano e Catania, sino a Reggio Calabria il 19 luglio.

Via | Roma Pride

  • shares
  • Mail