Gita fuori porta: a Borgo Velino… con Margherita d’Austria

Quando le campane della chiesa suoneranno il mattino, sabato 4 giugno, tutta Borgo Velino si sveglierà indietro di 400 anni, all’epoca in cui si chiamava ancora Borghetto e aspettava con ansia l’arrivo di Margherita d’Austria, la sovrana illuminata, moglie di Alessandro de’Medici, che doveva concedere ai cittadini una sorta di Costituzione.

Ed ecco quindi il paese che si anima di artigiani in costume d’epoca e dalle finestre e dai cortili non risuonano più le eco di diavolerie moderne quali radio e televisioni, ma i colpi dei fabbri e le levigature dei falegnami, mentre nell’aria si spandono profumi di prelibatezze che fanno leccare i baffi, oggi come allora.

A un certo punto lo squillo di tromba e l’araldo che dà l’annuncio: sta arrivando la principessa! I notabili e il popolo si riuniscono intorno alla porta del paese e osservano la carrozza che piano piano si avvicina da Cittaducale scortata dai suoi armigeri, dagli sbandieratori e dai tamburini finché entra trionfante al borgo, accolta dal Camerlengo.

Ogni anno a Borgo Velino si festeggia così l’anniversario dei ‘Capitoli’, cioè le regole di vita e buon vicinato che Margherita d’Austria emanò per gli abitanti di Borghetto: con una rivisitazione storica in grande stile tra spettacoli di piazza, balli popolari, combattimenti tra soldati, banchetti con i prodotti dell’epoca e osterie aperte, per una festa che va avanti per tutta la notte.

E dal momento che già nel 1500 ogni festeggiamento che si rispetti finiva a tavola, ecco imbandirne di ricchissime con polenta alla nostrana, carne alla brace, panunto con salsiccia e ventresca, pasta e fagioli, pizze e focacce cotte nei forni a legna del paese, dolci e biscotti della tradizione locale che sono i piatti poveri ma robusti che, 400 anni dopo, rivivono per l’arrivo della principessa.

Alle 16 del 5 giugno, magicamente, questa atmosfera svanirà, perché la principessa Margherita, dopo aver salutato uno per uno gli abitanti del paese, lascerà il Borghetto a bordo della sua carrozza e il tempo tornerà a prendere il suo scorrere regolare…

Foto | Ufficio stampa

  • shares
  • Mail