L'estate romana 2014 di Ostia: sul lungomare tra eventi, pedonalizzazione, bancarelle e polemiche

Aspettando l'estate romana 2014 sul lungomare di Ostia con eventi, pedonalizzazione, bancarelle, polemiche, brand per il marketing turistico e casse in rosso.

La bella stagione è già arrivata, e nonostante i capricci meteo, anche la voglia di spiaggia, giù affollata di carnagioni ingrigite dall'asfalto dell'urbe e grigliate dai primi soli, ben prima dell'inaugurazione della stagione balneare e di tormentoni estivi affezionati al coatto che già contano omaggi e parodie.

Il litorale di Ostia si prepara quindi ad accogliere l'estate romana 2014, che incalza insieme alle inevitabili polemiche, sollevate da costi di eventi e provvedimenti, a partire dagli dal brand del marketing territoriale da veicolare, che divide chi vorrebbe il “Mare di Roma” da qui continua a spingere "Ostia Mon Amour", legato alla ciclo-pedonalizzazione della domenica, ma anche all'immagine poco edificante di cui gode il quartiere romano lambito dal mare e parecchia malavita.

Un'edizione di 'Ostia Mon Amour' ancora in via di definizione, che promette più di tre mesi di eventi gratuiti con tanto di X-Factor e Nba, cinema e bancarelle fin sul pontile, mal viste anche da uno con il commercio ambulante nel DNA di famiglia come il rappresentante di Forza Italia Giordano Tredicine

"La presenza di bancarelle autorizzate allo smercio di qualunque prodotto e quindi in aperta concorrenza con gli operatori commerciali locali, comporterà, infatti, per quest'ultimi un danno ragguardevole a fronte di una persistente crisi economica che, negli ultimi tre mesi, ha fatto registrare una netta flessione (30 - 40%) rispetto allo scorso anno. Come se questo non bastasse quanto disposto dal Municipio X e vidimato dal centro sinistra capitolino rischia di configurare, peraltro, un danno erariale considerevole per le casse comunali dal momento che le suddette attività commerciali non pagheranno alcunché per l'occupazione di suolo pubblico. Insomma, questa iniziativa che non piace proprio a nessuno, tranne ovviamente a quei pochi che ne beneficeranno, ha tutta l'aria di essere l'ennesima cambiale elettorale che questo centro sinistra e il suo sindaco devono onorare".

Iniziative già sotto il microscopio di considerazioni poco amorevoli per i 70 giorni di pedonalizzazione serale di oltre tre chilometri di lungomare, replicando l'esperimento autunnale ed estivo, rinforzando il servizio di mobilità pubblica, insieme a nuova segnaletica e parcheggi per l'amministrazione comunale con le casse in rosso, ma favorevole al progetto, avallato dal Presidente del Gruppo Pd in Campidoglio Francesco D'Ausilio grazie a

"un impegno di risorse umane ed economiche straordinarie in un periodo di contrazione di bilanci reso possibile grazie alla collaborazione attivata sia con la Regione Lazio che con la Camera di Commercio di Roma."

Un impegno che ovviamente grava prima di tutto sulle tasche dei contribuenti caricati di tasse ... ma questo è un discorso che resta tra le righe, le calure estive e le spiagge affollate di tutto alla luce del sole.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail