La settimana dei Municipi. Le scuole fra vandalismo e riqualificazione creativa

Scuole soggette a furti o episodi di vandalismo, e contestate chiusure in vista negli asili nido della Capitale. Ma per fortuna ci sono anche bonifiche in corso contro il loro degrado, e iniziative di riqualificazione creativa, che vi andiamo a segnalare.

Bellissima l'iniziativa di Save the Children di un "punto luce" aperto ai giochi e all'educazione dei bambini e adolescenti (6-16 anni) residenti nel quartiere Torre Maura (Municipio VI). Si tratta di un centro "ad alta densità educativa, aperto a bambini, adolescenti e ai loro genitori".

All'interno, personale disponibile per "sostegno scolastico, biblioteca e promozione della lettura, educazione al movimento e attività di gioco creativo, laboratori artistici e musicali, educazione all’uso di internet sicuro, gioco libero ed attività ludico ricreative, educazione alimentare".

Per i genitori, a disposizione "servizi di orientamento legale, consulenze pedagogiche, consulenze pediatriche, educazione alla genitorialità". Un'iniziativa che sarebbe da replicare davvero in ogni quartiere della Capitale.

asiloDavvero encomiabile anche l'idea di portare in piazza, nei quartieri, i giochi di strada della tradizione passata, come è avvenuto nel Municipio XIV il 17 maggio con la manifestazione “Giochi Tradizionali e non", come tiro alla fune, lancio della ruzzola, calcio balilla, corsa dei sacchi, campana, braccio di ferro, tamburello, salto della corda.

L'obiettivo era portare "a conoscenza dei più giovani, soprattutto di quelli nati e cresciuti nelle città, l’esistenza di attività ludico-sportive che in passato costituivano, oltre che un momento di svago, un motivo di aggregazione sociale e che vedevano la partecipazione di più comunità, intese come differenti paesi o anche come differenti rioni del medesimo paese”, come ha spiegato il minisindaco.

Una buona notizia è anche lo sgombero di un’area nei pressi della Stazione Anagnina adiacente Scuola Materna “Fazio” e alla biblioteca comunale del Municipio VII, lo scorso 15 maggio, dopo la segnalazione di continui roghi notturni da parte dei genitori dei bambini e del personale della biblioteca.

La Polizia Locale ha identificato 15 persone di nazionalità romena che, si legge nel comunicato, hanno rifiutato l’assistenza offerta loro dai Servizi Operativi Sociali, oltre a controllare autovetture e a rimuovere 25 metri cubi di rifiuti e merci varie. Deo Gratias.

Pulizie in corso anche dei detriti depositati nei pressi di una scuola Doremi Diverto di via Adolfo Cozza a Ostia, nel Municipio X. "I detriti sono stati ricoperti con dei teli, a piccole zone: saranno quindi rimossi singolarmente, una zona dopo l’altra - ha spiegato il minisindaco Andrea Tassone -. E’ stata, inoltre, eretta una barriera perimetrale di protezione. Abbiamo avuto rassicurazioni che l’intervento di bonifica durerà una quindicina di giorni". L'intervento è iniziato il 13 maggio.

Battaglia nei Municipi per la circolare dell’assessore comunale Cattoi che prevede la chiusura dei nidi nel mese di luglio, e di convogliare i bambini presso asili privati convenzionati, per riuscire a "tagliare" i costi del personale impiegato nei nidi pubblici.

Mozione contraria all'iniziativa partita dei grillini del Municipio V, e anche per quanto riguarda i nidi del Municipio VIII, il minisindaco Andrea Catarci si dice contro al dare priorità, per le aperture estive, “alle strutture private convenzionate", senza destinare fondi invece per "le supplenti e il personale ausiliario dei Nidi pubblici.” Manca così, sottolinea, la continuità didattica per i bimbi che tutto l'anno frequentano i nidi pubblici.

La cronaca però purtroppo continua a riportarci anche episodi di vandalismo e furti nelle scuole, con altri due episodi che hanno riguardato, questa volta, un asilo a Settecamini, nel Municipio IV, e una scuola di Fidene, Municipio III.

A Settecamini, l'altro ieri, di notte, ladri sono entrati nella struttura, facendo razzia di materiale didattico ed apparecchiature elettroniche e devastando i locali all'interno dell'edificio. Immaginiamo la brutta sorpresa che ha amareggiato insegnanti e alunni alla vista delle loro aule, dopo questo episodio davvero davvero vergognoso.

Per quanto riguarda Fidene invece - dove la notte di domenica 11 maggio è stato appiccato il fuoco alla scuola media Nobel - sono iniziate le operazioni per la messa in sicurezza delle aule, come ha informato il presidente di Municipio III Paolo Marchionne.

"La scuola pubblica è un bene comune e non si tocca – ha spiegato Marchionne preannunciando l'incontro di venerdì 16 con i residenti, a cui è stato chiamato a partecipare tutto il quartiere, "affinché ognuno dia una mano a promuovere la scuola e a migliorarla. Crediamo che questa sia la migliore risposta ai piromani e ai vandali che troppo spesso hanno preso di mira la scuola media Nobel, dei quali adesso siamo veramente stufi”.


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Abitare a Roma

  • shares
  • Mail