La tessera elettorale a Roma "piena", come fare per votare

Ci sono molte tessere elettorali "piene" o in scadenza, ma troppi problemi per il rinnovo. Per molti questo favorisce l'astensionismo. Ecco cosa dovete fare per votare comunque.

TESSERAELETTORALE

Si sta scatenando una polemica intorno alla questione dei certificati elettorali. Primo Mastrantoni, segretario Aduc, ha dichiarato in una nota:

"Folla al Municipio II per i certificati elettorali. Arrivare alle 10:30 e prendere il biglietto 103 quando il contatore segna il numero 23 è scoraggiante. Gli uffici capitolini hanno provveduto bene a trasferire ai Municipi il compito del rilascio dei certificati elettorali ma non hanno incrementato il personale, così all'ordinario lavoro si sovrappone quello dei certificati elettorali ed è caos, con i cittadini che protestano per le lunghe attese. In sintesi per avere il certificato elettorale occorre passare mezza giornata nella sala di attesa, magari in piedi. Soliti disservizi di un Comune che non riesce a gestire neanche una scadenza prevista da anni. Sindaco, sveglia!".

Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio insieme ad Emiliano Corsi del comitato DifendiAMO ROMA, aggiungono:

"Il sindaco Marino tenta di nascondere il suo fallimento dietro l’astensionismo e facilita processi complicati pur di non mandare i cittadini a votare e certificare il suo disastro. Comprendiamo che il sindaco Marino sia oggi in Campidoglio proprio grazie ad una percentuale molto bassa di votanti, ma in una tornata elettorale dove già l’astensionismo rischia di restare elevato, occorrerebbe favorire anche un servizio elettorale più efficiente anche nei municipi.

E’ impensabile che un cittadino che voglia rinnovare la propria tessera elettorale ed abiti a Torre Maura debba arrivare a Piazzale Guglielmo Marconi per averne una nuova. Non possiamo pensare che gli uffici dell’istituzione di prossimità siano aperti solo sabato e domenica, così non potremo di certo favorire chi vorrebbe votare. Occorre attivare fin da subito il servizio di rinnovo delle tessere elettorali anche negli uffici decentrati municipali. Il Partito Democratico garantisca la volontà degli elettori e non ci faccia credere ancora una volta che sarà l’astensionismo a salvare la scelta del peggior sindaco di Roma.""

Ma come si deve fare per andare a votare senza problemi? Sul sito del comune di Roma ecco tutte le risposte sulla TESSERA ELETTORALE.


    Che cos'è: la tessera elettorale personale a carattere permanente, istituita con la legge 30 aprile 1999, n. 120, ha sostituito il "vecchio" certificato elettorale ed è valida per 18 consultazioni. Gli elettori di Roma Capitale hanno ricevuto la tessera, per la prima volta, in occasione delle consultazioni elettorali dell'anno 2001.

    A cosa serve: per essere ammessi a votare, presso la sezione elettorale di appartenenza, esibendola insieme a un documento di riconoscimento.

    Nel caso di tessera non più utilizzabile per esaurimento degli spazi relativi alla certificazione del voto: Gli elettori di Roma Capitale possono richiedere una nuova tessera elettorale, previa esibizione della vecchia tessera con gli spazi esauriti. Il rilascio della nuova tessera è immediato.

    Nel caso di variazione del locale di votazione e/o della sezione elettorale: sarà l'Ufficio Elettorale a curare gli aggiornamenti della tessera trasmettendo per posta un tagliando adesivo con le variazioni da applicare nell'apposito spazio.

    Qualora l'elettore trasferisca la residenza: da un Comune ad un altro, sarà il Comune di nuova iscrizione nelle liste elettorali a consegnare al titolare una nuova tessera, previo ritiro di quella rilasciata dal Comune della precedente residenza.

    Nel caso di smarrimento: l'elettore potrà richiedere un duplicato, previa autocertificazione, senza necessità di denuncia all'Autorità competente.

    Nel caso di deterioramento della tessera: L'elettore potrà richiedere un dublicato previa riconsegna della tessera deteriorata.

    Nel caso di cambio di abitazione: l'elettore riceverà un tagliando di aggiornamento da applicare sulla tessera.
    Maggiore età: i cittadini italiani residenti nel territorio di Roma Capitale, al compimento del 18° anno di età vengono automaticamente iscritti nelle liste elettorali di Roma Capitale; l'Ufficio Elettorale provvede alla spedizione della tessera direttamente presso la loro abitazione.
    Se l'elettore non riceve la tessera presso il suo domicilio può recarsi all'Ufficio Elettorale e ritirarla presentando un documento di riconoscimento.
    Gli elettori residenti all'estero: ritirano la tessera presso il comune di iscrizione elettorale in occasione della prima consultazione utile.
    Chi può ritirarla: la tessera elettorale può essere consegnata solo all'intestatario o ad un suo familiare convivente purchè munito di delega scritta in carta semplice accompagnata dall'originale del documento dell'intestatario delegante.
    Quanto costa: è gratuita.

    Dove andare:

    - Ufficio Elettorale - Piazza Guglielmo Marconi, 26/C.
    - Sportelli demografici dei municipi
    Orari di apertura al pubblico
    Orari di apertura al pubblico dell'Ufficio Elettorale di Piazza Guglielmo Marconi 26/c e degli sportelli demografici dei Municipi link
    Per l'orario di apertura al pubblico degli sportelli demografici dei Municipi consultare le relative pagine.

    In occasione di consultazioni elettorali saranno attivate aperture straordinarie pomeridiane anche prefestive e festive con orari che saranno pubblicizzati al momento.

    Data ultimo aggiornamento: 27/03/2014

    Normativa di riferimento: D.P.R. 8 settembre 2000, n. 299, recante "Regolamento concernente l'istituzione, le modalità di rilascio, l'aggiornamento e il rinnovo della tessera elettorale personale a carattere permanente, a norma dell'art. 13 della legge 30 aprile 1999, n. 120".

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: