Elezioni amministrative comunali 2014: Marino, vince Silvagni

A Marino l'affluenza alle urne è più o meno in linea con quella passata: 72% rispetto al 73%. Il nuovo sindaco è Fabio Silvagni.

Elettori: 33.077 - Votanti: 23.828 (72,03 %) Sezioni scrutinate sindaco: Definitivo - Sezioni scrutinate consiglio comunale: Definitivo Dato aggiornato al 27/05/2014 - 04:45

SILVAGNI FABIO eletto con 12.518 voti 54,11%

FORZA ITALIA 3.174 13,92 4
LISTA CIVICA - FABIO SILVAGNI SINDACO 2.741 12,02 4
LISTA CIVICA - MARINO FUTURA 1.847 8,10 2
LISTA CIVICA - IDEE NUOVE 1.351 5,92 2
LISTA CIVICA - ACCENDI IL FUTURO 1.105 4,84 1
LISTA CIVICA - AURORA 928 4,07 1
LISTA CIVICA - COSTRUIAMO IL DECENTRAMENTO 924 4,05 1
FRATELLI D'ITALIA - ALLEANZA NAZIONALE 321 1,40 -
UNIONE DI CENTRO 247 1,08 -
NUOVO CENTRO DESTRA 112 0,49 -

Totale 12.750 55,94% 15 seggi
% calcolata sui voti validi ai candidati a sindaco 55,12%

Prima del voto


uvaIl nodo rifiuti, così come il problema della sfida alla speculazione edilizia che assedia la città, ma anche la necessità di una nuova attenzione alla partecipazione dei cittadini alla vita pubblica. Queste le priorità da affrontare per i candidati sindaci di Marino che si sfideranno il prossimo 25 maggio.

Emanuele Ciamberlano , una laurea in Scienze politiche, già capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale è il candidato sindaco per una coalizione di centrosinistra sostenuto dal Partito Democratico, dai Comunisti Italiani e dalla lista civica Marino Cambia.

Vincitore delle primarie Pd per scegliere appunto il candidato sindaco per Marino, si è presentato con lo slogan #marinocambia, e si propone come alternativa all'era Palozzi, ultimo primo cittadino di Marino, area centrodestra.

Punterà invece a valorizzare proprio il lascito in positivo dell'ultima amministrazione Palozzi Fabio Silvagni, nome espresso dalla coalizione dei moderati, sostenuto da Forza Italia, Udc, Nuovo centro destra, Fratelli d'Italia, Popolari Italiani, Idee Nuove, Silvagni sindaco, Marino Futura, Costruiamo il decentramento, Aurora e Accendi il futuro.

Classe '62, Silvagni proviene dalle fila del Psi, da anni nelle fila di Forza Italia e in seguito del Popolo della Libertà, propone “la forza delle idee, il coraggio delle scelte”.

L'unica candidata donna alla carica di sindaco per la città di Marino è invece Eleonora di Giulio, che lancia il programma Marino osa in rosa, sostenuta da una coalizione di centrosinistra (Sel, Socialisti e le liste civiche Liberazione in corso, Azione Cittadina e Comitato civico Santa Maria delle Mole) e protagonista di un sofferto testa a testa con Ciamberlano alle ultime primarie.

Per i 5 Stelle corre invece Carlo Colizza che si presenta invece come cittadino deluso dalla "politica tradizionale" mentre Adolfo Tammaro è sostenuto da Lista Tammaro-Energie positive, Movimento per il Cambiamento e Un'altra Marino in cui confluisce Rifondazione Comunista.

Come si vota per le elezioni comunali di Marino? L’elettore può votare tracciando un segno su una delle liste, e in questo caso il voto sarà attribuito anche al candidato sindaco collegato, oppure per un candidato a sindaco senza scegliere alcuna lista, mettendo la croce solo sul nome del candidato. Oppure può scegliere di mettere due segni, uno sul nome del candidato sindaco e uno su una delle liste collegate a lui. Si può anche scrivere il nominativo di un candidato al Consiglio comunale, sulla apposita riga posta accanto alla lista a cui appartiene il candidato prescelto.

A Marino, come avviene nei Comuni con più di 15mila abitanti (e Marino ne ha oltre 39mila) verrà eletto sindaco al primo turno il candidato che conquista almeno il 50% più uno dei voti validi. Se nessun candidato otterrà questo risultato, si tornerà al voto due domeniche dopo per votare tra i due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti. A quel punto verrà eletto il candidato che prende più voti.


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail