Tridente, presto la pedonalizzazione - la città che verrà


Il Tridente di Roma interamente pedonalizzato, senza più auto in sosta, e con la pavimentazione interamente realizzata da quei sampietrini che prima venivano calpestati solo dalle nostre auto sui lungotevere.

Il destino di via del Corso, via del Babuino, via di Ripetta, via Margutta e delle tante traverse che creano una scacchiera da piazza del Popolo fino a piazza di Spagna è segnato da tempo: diventeranno isole pedonali. A breve, però, e questa è la novità, partiranno i lavori che renderanno questa utopia civile in una realtà tangibile.

I prossimi passi verso la realizzazione della più grande isola pedonale d’Italia, annunciati oggi, sono questi. Tra meno di un mese, a marzo, sarà indetta la gara per la costruzione del megaparcheggio interrato sotto il Pincio. A Giugno i lavori inizieranno per finire (se tutto va bene, il condizionale è come sempre d’obbligo) nel dicembre 2009. A quel punto la sosta sulle strade sopra citate potrà finalmente sparire e tutto diventerà ad uso esclusivo dei pedoni. L’isola arriverà da piazza del Popolo fino a piazza di Spagna e piazza Augusto Imperatore che, per la stessa data, sarà anch’essa parzialmente pedonalizzata con una nuova piazza tra Ara pacis e Mausoleo di Augusto ed una “balconata” sull’attuale lungotevere visto che il traffico scorrerà sotto terra nel nuovo tunnel. I lavori per la piazza inizieranno nel 2008 per finire nel 2009 mentre quelli per il tunnel dovrebbero aprirsi nel giugno 2007.

Il tutto, naturalmente, sarà effettuato con sampietrini. Vi siete mai domandati, infatti, che fine hanno fatto i sampietrini eliminati dai lungotevere e dalle strade a scorrimento pesante del centro di Roma? La risposta è questa: stanno stipati in un grosso magazino fuori Roma in attesa di prendere il loro posto. Al Tridente, lì dove ora regna l’orribile cemento grigio…

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: