Roma Capitale Sicura, invia sms a Polizia e fa arrestare il pusher

Tra i provvedimenti, presentati dal Ministro dell'Interno Angelino Alfano la lotta allo sfruttamento della prostituzione e allo spaccio di droga nelle scuole

UDATE 23 Maggio 2014E i primi effetti del piano sicurezza iniziano a vedersi. E' stato un sms al numero 338-6640311 a permettere, nella serata di ieri, l'arresto di uno spacciatore nel quartiere del Pigneto. Un giovane libico di 21 anni è stato -infatti- trovato in possesso di 50 grammi di Marijuana.

Certo, non ci voleva sicuramente la segnalazione via sms per capire che nel suddetto quartiere è molto frequente lo spaccio di droga, basterebbe solamente farsi un giro, lì come in tante altre zone della Capitale, ma se questo sistema aiuta a sconfiggere delinquenza e malaffare, ben venga.

Sicurezza in città, presentato il "Piano Roma Capitale Sicura"


Il Ministero dell'Interno Angelino Alfano ha presentato lunedì mattina al Viminale il piano "Roma Capitale sicura" alla presenza del sindaco Ignazio Marino e del prefetto Giuseppe Pecoraro.

Sono sei gli ambiti che rientrano nel piano di sicurezza presentato dal Ministro Alfano: sfruttamento della prostituzione (anche minorile), contrasto allo spaccio di stupefacenti, lotta all'abusivismo commerciale, furti e rapine in casa, reati collegati alla movida, tifoserie violente e cortei.

Per il primo cittadino oggi è dunque un giorno importante perché in una città come Roma:

 "...solo con l'aiuto delle forze dell'ordine si può ristabilire la legalità in quartieri come, ad esempio, Quarticciolo, Pigneto e San Lorenzo. La Polizia Locale può certamente intervenire sul singolo venditore ambulante illegale, ma non può contrastare la criminalità organizzata"

Tra i vari provvedimenti presentati dal Ministro dell'Interno, ci saranno "gli sms anti-spaccio e anti-prostituzione" ovvero due numeri di telefono messi a disposizione della cittadinanza per segnalare alle forze dell'ordine con un sms, la presenza di spacciatori davanti alle scuole e i casi di sfruttamento della prostituzione.

MARINO-ALFANO

Per quanto riguarda il numero anti spaccio, il 338-6640311,  sarà collegato a dei gruppi di agenti che saranno subito operativi e per agevolare l'immediatezza dell'operatività Roma, in questo senso, sarà divisa in tre macro areee. ciascuna affidata ad un corpo: Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza. Allo stesso modo il numero 334-6903374 disponibile per segnalare casi che riguardano lo sfruttamento della prostituzione minorile. Un sistema di protezione dati, inoltre, farà in modo che la privacy di chi segnala via sms il malvivente venga protetta e quindi il segnalatore non sarà mai identificabile.

Sulla lotta all'abusivismo Alfano ha invece affermato che "il Prefetto ha già ricevuto una specifica indicazione del Ministro per un inasprimento dei controlli. L’azione sarà svolta dalla Guardia di Finanza."

Ignazio Marino, pur dichiarando la sua soddisfazione per le iniziative intraprese dal Ministero dell'Interno, dichiara che su alcune cose "sarebbe stato più severo":

"...la videosorveglianza, ad esempio, è un ottimo sistema utilizzato dai governi in altre capitali del continente. Come Londra, dove la polizia ha a disposizione nastri di videosorveglianza di tutta la città e li distrugge dopo 15 giorni. Se in quei 15 giorni viene segnalato un reato, se ne cerca sul nastro l'autore. E' un deterrente molto efficace, credo che dovrebbe essere utilizzato anche a Roma"

Controlli più efficaci e l'aiuto del cittadino romano, aiuteranno a rendere Roma una città più sicura?

 

 

  • shares
  • Mail