Incatenata alle transenne pur di liberare la sua edicola

L'odissea dell'edicola di piazza Colonna, prigioniera delle transenne, ha un nuovo capitolo. A Roma per farsi ascoltare dalle istituzioni sembra non esserci altro modo.

IMG_9907 1

E' dovuta arrivare ad un gesto del genere. Barbara Mondini, titolare insieme alla sorella Cinzia della famosa edicola in ostaggio a piazza Colonna, si è incatenata ad una delle transenne che aprono e chiudono il passaggio pedonale proprio davanti alla suo luogo di lavoro.

IMG_9906 1

Le sta provando tutte, Barbara la coraggiosa, pur di aver riconosciuto il diritto a lavorare nella sua edicola, insieme a sua sorella. Ha aperto una pagina facebook, dove potete seguire in diretta "l'andamento" di piazza Colonna. La piazza chiusa (o aperta a tratti) di fronte al palazzo del Governo.

IMG_9909 1

Ha cominciato da giorni lo sciopero della fame. Si batte come può. Fra cartelli, discussioni e litigate, rischiando arresti o denunce grottesche per "intralcio" alle forze dell'ordine. Capite bene, l'intralcio è l'edicola, non le transenne.

Ieri ha ricevuto garanzie sull'apertura dalla sua parte di piazza, ma forse l'unica speranza è di riuscire a far spostare l'edicola (autentico pezzo di storia romana) nella vicina piazza di Pietra.

Quello che come sempre non si riesce a capire è l'ordine di chi pretende tale osceno scenario, degno di un paesino dittatoriale del Centro America anni '70. Intanto c'è la solita domanda sul perché quel passaggio risulti tanto pericoloso, quando spesso quello sotto palazzo Chigi rimane aperto. Mistero.

Il sospetto è che la polizia lo chiuda così, tanto per non dover controllare chi passa. Inoltre abbiamo fatto qualche nuova scoperta sullo scempio di una delle piazze più belle e più importanti di Roma.

IMG_9913 1

Sapete perché hanno creato questo famoso corridoio tubolare lungo via del Corso? Perché si sono resi conti che i lavori di "recinzione" della piazza furono fatti male, lasciando i pedoni sulla strada. Perciò se durante una manifestazione improvvisata fossero rimasti lì, aggrappati sul ciglio, col rischio poi di essere investiti, comportava quello anche più tragico di dovergli pagare eventuali danni.

Ecco dunque la tipica soluzione italiana. La doppia recinzione, con queste elegantissime transenne, che notate bene, sul lato sud della piazza sono chiuse a tempo indeterminato.

IMG_9284 1

Ci sarebbe da ridere se non fosse da piangere. L'incompetenza dei nostri amministratori è travolgente. Nemmeno il buon senso di spostare un muretto, di rifare i lavori. No, loro piazzano le transenne. A vita. Transenne, che poi sono misteriosamente "cambiate" dopo le nostre denunce fotografiche. Avete notato che hanno tolto a tutte le fasce biancorosse? Ecco come si presentavano circa un mese fa.

unnamed (57)

A questo punto due ipotesi. O pensano che così siano più "mimetizzate" e diano meno fastidio estetico (ormai sull'idiozia di queste decisioni, non c'è più da stupirsi) o peggio ancora, le transenne canoniche hanno sempre il rischio di avere un costo reale d'affitto. E dato che nessuno lo vuole confermare, forse se le sono comprate definitivamente. Bell'affare.

  • shares
  • Mail