Internazionali d'Italia: davvero un altro pianeta

Questa edizione degli Internazionali di tennis a Roma è una vera "svolta" nella storia del torneo. L'organizzazione e gli sponsor si sono superati. Ora tocca al pubblico romano.

Lo avevamo già notato, appena entrati, quando ancora non si era praticamente giocato. La 71a edizione degli Internazionali BNL d'Italia è un fiore all'occhiello della nuova stagione dello sport a Roma. Probabilmente la migliore edizione che si ricordi.

DSC_9773

E non stiamo parlando solo di campioni e campionesse di tennis, che del resto Roma conosce da tempo (anzi abbiamo nostalgia di certi nomi), ma è proprio per l'atmosfera e l'organizzazione oserei dire "svizzera" che si vive in questi giorni al Foro Italico, e che non a caso, ha fatto registrare un enorme successo di pubblico.

DSC_9717

L'intera struttura è disposta con grande intelligenza. Il Foro Italico sembra più grande del solito, perché in effetti è molto più "aperto". I nuovi campi completano questo ottima strategia.

DSC_9797

Quello che stupisce è l'ordine, la disposizione di ogni settore, la bellezza finalmente in risalto del luogo. La facilità con cui si può vedere il vero tennis, ma anche dove rilassarsi, e vivere questa oasi felice, incredibilmente "social" e connessa col mondo.

DSC_9733

Arte. Sì arte. C'è anche quella, accanto alla gente sdraiata su prati all'inglese. Bambini ovunque. Per imparare e divertirsi. Tutto all'insegna di una trasparenza che gratifica. Con un sistema di ingresso assolutamente snello e liberatorio.

DSC_9740

E poi le lounge, di classe, eleganti, utilissime. La regina di tutte è senz'altro quella Emirates, tanto per cambiare, che si affaccia sulla terrazza interna, quella dove puoi spiare giocatrici e giocatori più famosi.

DSC_9755

Ambiente ideale per il relax e per rifocillarsi, restando sempre immersi nel mondo magico del tennis, ma senza l'ansia della folla. Con un potente wifi per lavorare.

DSC_9762

L'eliminazione del vetusto villaggio vip è stata poi la rivoluzione perfetta dell'intero progetto. Lo spazio dedicato ai festaioli è la Ball Room. Ideale e moderna, senza creare confusione.

DSC_9777

Forse il vertiginoso Centrale rimane l'unico elemento un po' "precario" in questo scenario. Soprattutto accanto alla bellezza del centralino fra le statue.

DSC_9730

Tuttavia proprio la verticalità estrema del mini stadio del tennis di Roma, permette questo sguardo complessivo sull'intera scena. Il centrale diventa un vero teatro. Con una vista unica, stravincendo il confronto col grasso Olimpico alle sue spalle. Troppo spesso tempio di violenza e follia.

DSC_9801

Non solo. Da ogni posto qui il tennis si segue benissimo. Anzi forse chi siede più in alto lo gode anche meglio. Provare per credere.

Per chiudere però voglio fare un appello al pubblico romano, che conosco molto bene. Da quando sono ragazzino. Me li ricordo che lanciavano i panini (il famoso "Berardo") in campo per difendere qualche beniamino.

DSC_9810

Ecco, mi sembra che sono, siamo finalmente cresciuti, eppure ancora non abbiamo imparato una cosa fondamentale del tennis: Non ci si muove durante gli scambi!

by @RondoneR - Foto e Video | © by Rondone®

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: