Municipi di Roma, il nodo dei dirigenti che pesa sulle casse

Quanto ci costano i Municipi di Roma? Complessivamente più della Giunta di Roma Capitale e circa due terzi del Consiglio regionale del Lazio. E il peso degli stipendi dei dirigenti si fa sentire.

Siamo abituati a sentir parlare delle casse vuote dei Municipi di Roma, fenomeno che comporta ovviamente per questi organi una dolorosa politica di tagli, a volte, a servizi importanti per la collettività.

E' interessante allora leggere questo studio realizzato dalla Uil del Lazio con l’Eures, che va a fare i conti “in tasca” ai Municipi della Capitale, spinto da una questione fondamentale: quanto costano a noi contribuenti?

Il primo dato eclatante è che dallo studio risulta che il totale sborsato per le retribuzioni dei 99 assessori e dei 360 consiglieri municipali ammonta a 6,3 milioni di euro (2,9 per le giunte e 3,4 per i Consigli), ovvero quasi 3 volte in più della spesa annua della Giunta di Roma Capitale (970mila euro).

lupa Non solo. La stessa cifra equivale a due terzi di quella del Consiglio regionale (1.6 mln di euro). Passiamo al tasto dolente, stipendi. Soprattutto quelli dei dirigenti municipali. Sono loro infatti che si “mangiano” in tutto ben 5.9 mln di euro annui.

Si tratta in particolare di 54 dirigenti municipali complessivi per 15 Municipi, che vanno a guadagnare una media di 110mila euro annui.

E cosa rimane dunque, di quei 6.3 milioni di euro stanziati per i Municipi se si sottraggono appunto i citati 5.9mln di euro? Rimangono i fondi che vanno a coprire gli stipendi per consiglieri, minisindaci (3.807 euro lordi mensili) e assessori (2.474 mensili), e poco più.

Il problema è che quel “poco più” in teoria dovrebbe essere destinato proprio ai servizi per i residenti dei Municipi.


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail